Capodanno di sangue in Egitto

Print Friendly, PDF & Email

201111563338734_20

Almeno 21 persone sono state uccise nella notte di  Capodanno per lo scoppio di un auto bomba  davanti  a una chiesa di Alessandria in un gravissimo attentato contro la  comunità cristiana d’Egitto, la più grande del Medio Oriente. Il fatto è avvenuto  venuto quando circa  1.000 fedeli sono usciti dalla chiesa di Al-Qiddissine nel quartiere Sidi Bechr .
Dopo l’esplosione, cristiani esasperati usciti  dalla chiesa si sono scontrati con la polizia e hanno fatto irruzione in una moschea nelle vicinanze, provocando risse e lanci di pietre con i musulmani . Il ministero degli interni ha dichiarato che otto dei feriti erano musulmani, e che la chiesa e una moschea nelle vicinanze sono state gravemente danneggiate.
Refaa al-Tahtawi, portavoce di Al-Azhar, principale istituzione islamica  al Cairo, è apparsa in televisione per condannare  l’attacco che ha detto rivolta contro   l’unità nazionale egiziano  ed ha fatto appello a cristiani e musulmani alla calma.

La protezione intorno ai luoghi di culto copti è stato rafforzato dopo le minacce, e il presidente Hosni Mubarak ha detto che erano  incaricate di proteggere i cristiani di fronte alle forze del terrorismo e dell’estremismo.

Non si conoscono  i  responsabile dell’esplosione, ma un gruppo che si richiama Al-Qaeda in Iraq aveva minacciato la comunità cristiana copta in Egitto perche accusata di impedire con la forza la conversione di due donne copte al’Islam: si chiamano  Camilia Chehata e Wafa Costantino,  sono mogli di preti copti la cui conversione ha suscitato grande scalpore in Egitto.
Al di la dell’episodio contingente,  si tratta di un segno dell’intolleranza confessionale che si manifesta  con sempre maggiore frequenza in Egitto.
I copti, la più grande comunità cristiana in Medio Oriente che rappresentano fino intorno al 10 per cento della popolazione di 80 metri d’Egitto, si lamentano spesso di discriminazioni e sono stati oggetto di una lunga serie di attacchi.
————————

Foto da Al Jazera: la auto bomba avvolta dalle fiamme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*