“Rendimi altare” di Angela Ragusa – LietoColle edizioni

Print Friendly, PDF & Email

rendimi altareDefinire Angela Ragusa semplicemente una poetessa è alquanto riduttivo.

Angela Ragusa è una vestale della POESIA intesa come “atto creativo” e attraverso la poesie Angela si fa sacerdotessa dell’AMORE in tutte le sue sfumature.

E quindi niente di più naturale che iniziare dichiarando “Rendimi altare”, poesie cha dà il titolo a questa silloge…

rendimi altare, rilucente

di ori, giaciglio che nutre la mia fame

prepara un anfratto nascosto nel “tu”

Angela Ragusa è così tanto sacerdotessa dell’amore che nel riceverlo si trasforma in farfalla per…farsi fare l’amore…

“…Sfarfallerò su di te.

Mi farai l’amore

come se creassi un bozzolo

intorno a me sottile, delicato….”

Angela Ragusa ama il gioco seducente e seduttivo dell’amore, vuole farsi cercare e, per questo, lascia “tracce d’oro”; quando verrà scovata diventerà margherita da sfogliare e “vento a cui donare il luccichìo dei filamenti” e…

“…E custodirai nel tuo forziere

il rimasto di me quando,

preda consapevole getterai

la chiave antica.

E Angela Ragusa conclude questa sua silloge, questo inno all’AMORE, questo suo viaggio dell’anima alla scoperta del suo “sé” più vero e intimo con una stupenda dichiarazione all’amato che ha un sapore di antico, che profuma di serenata, che commuove…

Sei una luce che brilla lontano,

miraggio che oltrepassa il possibile.

Sei mura antiche, erette

dal tempo di sempre, pietre

incastonate a secco sulle vie

della vita. Sei l’immagine presente,

un gioco di fantasia se la noia

della notte smarrisce ogni regola

e svela sembianze di amante

dalla pelle del giorno. Sei

un semplice pensiero del tesoro

che possiedo, chiuso per magia

tra i segreti della mia invenzione.”

Diamo il benvenuto ad Angela Ragusa nell’olimpo dei poeti, posiamo sui suoi biondi capelli la corona d’alloro che da Petrarca in poi è il simbolo del “poeta laureato” e che si è meritata a pieno titolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*