Piagnoni

Print Friendly, PDF & Email

borghezioMario Borghezio, l’europarlamentare della Lega Nord, ormai lo conosciamo bene e sappiamo che ogni tanto ne spara o ne fa una delle sue (o una delle loro, inteso come “loro della Lega Nord”, perché anche gli altri leader non sono immuni dalla “borghezite”). Eppure, ogni volta che spara ne siamo sempre colpiti.

Ieri, ospite di un programma che andava in onda su You Tube, il simpatico Borghezio ha detto che “l’Abruzzo per noi è un peso morto, come lo è tutto il Sud”.

Poi, viste le tante critiche arrivate da più parti, ha cercato di aggiustare il tiro dichiarando che lui non ce l’aveva con l’Abruzzo ma con “il solito Sud piagnone”.

Certo che dev’essere difficile, per lui, convivere con i piagnoni. E allora, a nome di tutti i piagnoni del sud, chiediamo scusa al simpatico Borghezio per questa difficile convivenza (che però, per alleviare il fastidio, potrebbe girare armato di disinfettante, così come fa quando va in treno).

Ma cosa vuol dire essere “piagnoni”? Vuole forse dire lamentarsi perché dopo quasi 2 anni le città abruzzesi non sono state ancora ricostruite e le “casette” consegnate in pompa magna dal Berlusca lo scorso anno iniziano a fare acqua (nel vero senso della parola, basta vedere il servizio del Tg3 di ieri sera) da tutte le parti?

Saremmo proprio curiosi di vedere se il simpatico Borghezio sarebbe meno piagnone degli abruzzesi se fosse costretto a vivere nelle stesse condizioni dei piagnoni abruzzesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*