Trappole

Print Friendly, PDF & Email

trappole

Berlusconi non vuol dimettersi e non vuole nemmeno che si vada ad elezioni anticipate (“Non ho commesso alcun reato, perché dovrei dimettermi? Se lo facessi mi sbranerebbero. E poi non possiamo andare al voto mentre subiamo questo attacco”). D’altra parte, come dargli torto? Lui dice di non aver fatto niente, di aver solo trascorso qualche ora rilassante e nulla di più. Quello che si legge sui quotidiani non è altro che una montatura dei giudici comunisti, dei giornali comunisti, dei comunisti in genere (“Mi hanno buttato questa cosa tra i piedi perché hanno il terrore che vada al Quirinale. Lo sanno anche loro che non ci sono reati, che tutto si sgonfierà, ma intanto mi hanno sputtanato”). Insomma, a sentirlo, si tratterebbe di una trappola per “farlo fuori politicamente”.

Io invece penso che ad essere in trappola siamo noi italiani che prima abbiamo creduto alle sue promesse (ricordate il “milione di posti di lavoro in più” e il “meno tasse per tutti”?) e adesso non riusciamo più a uscirne.

Se del vostro vicino di casa si dicesse che va con prostitute minorenni, vero o falso che sia, lo salutereste ancora? E sareste tranquilli sapendo che vostra figlia di 17 anni potrebbe incrociarlo sul pianerottolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*