Print Friendly, PDF & Email

Frida

Ottima iniziativa dell’Arci Siracusa nella sua nuova sede di piazza Santa Lucia, 20: ogni venerdì alle 18.30 la proiezione di un film, scelto con oculatezza, e dibattito alla fine per discutere le tematiche affrontate nella pellicola; il tutto per la modica cifra di 3 euro a persona che include anche una consumazione al piccolo bar dentro la sede.

Ieri è stata la volta di uno splendido film che, ammettiamo la nostra carenza, non avevamo mai visto prima nonostante non sia recentissimo: “FRIDA”, un adattamento cinematografico del libro “Frida: A Biography of Frida Kahlo” di Hayden Herrera, biografia della grande pittrice messicana Frida Kahlo, per la regia di Julie Taymor, la splendida fotografia di Rodrigo Prieto, le ottime musiche di Elliott Goldenthal che, per questo, ha ottenuto sia l’Oscar che il Golden Globe come miglior colonna sonora nel 2003 e formidabili protagonisti Salma Hayek nella parte di Frida, Alfred Molina in quella del marito Diego Rivera, Valeria Golino in quella dell’ex moglie di Rivera, Mia Maestro in quella della sorella di Frida, Cristina, e Geoffrey Rush in quella di Leon Trotsky oltre a un eccellente cast di attori comprimari.

Ne conoscevo, per averla studiata, la vita e amo molto l’opera pittorica di questa grande artista ma questo film mi ha dato l’occasione di approfondire un periodo storico e le sue ideologie e un luogo, il Messico, con le sue peculiarità; ma questo film è soprattutto la storia di una straordinaria storia d’amore durata un quarto di secolo tra alti e bassi e di un grande coraggio nell’affrontare i le gravi menomazioni fisiche da parte di Frida che, con le sue opere surreali e piene di colore, ha lasciato un segno nella storia dell’arte del Novecento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*