Print Friendly, PDF & Email

heinrich von kleistIl romanticismo tedesco dell’inizio dell’800 in scena al teatro Musco di Catania fino a metà aprile con “La brocca rotta”, unica opera comica di Heinrich von Kleist per la regia di Nino Mangano, le scene di Riccardo Perricone, le musiche di Massimiliano Pace, le coreografie di Silvana Lo Giudice, le luci di Franco Buzzanca e i bei costumi di Dora Argento.

La commedia racconta la storia di Adamo, giudice del villaggio olandese di Huisum, che deve guidare un processo per scoprire il colpevole della rottura di una brocca a casa di sua cugina Marta e della sua giovane figlia Eva, aiutato dal suo consigliere Lampo e sotto la supervisione straordinaria del Consigliere di giustizia Walter proveniente da Utrecht. Durante la commedia si viene a scoprire che la rottura della brocca, di cui viene inizialmente imputato Rubert, il fidanzato di Eva, altro non è che una metafora per coprire la perdita della verginità di Eva. Il giudice Adamo, pur facendo di tutto per impedire che si scopra la verità, incalzato dal consigliere Walter e tradito da Lucio, alla fine viene smascherato e si scopre che quella fatidica notte, col falso pretesto di salvare Roberto dalla leva, aveva giaciuto con Eva e rotto la brocca tentando la fuga dalla sua camera. La commedia termina con la fuga e l’inseguimento del giudice e con la nomina del viscido Lampo a suo sostituto.

La maggior parte della comicità è incentrata su giochi di parole e sulle idee con le quali sono presentate; i nomi dei personaggi sono estremamente simbolici: Adamo ed Eva in rapporto alla Caduta e all’idea di tentazione ma “La brocca rotta” stravolge i ruoli originari della Genesi in quanto è Adamo, l’uomo, che è corrotto e che corrompe l’innocente Eva.

Bravi tutti i numerosi componenti del cast, da Adamo – Mimmo Mignemi a Eva – Egle Doria, da Walter – Angelo Tosto a Lucio – Fiorenzo Fiorito, da Roberto – Giampaolo Romania a Marta – Raniela Ragonese, da Brigida  – Margherita Mignemi a Vito – Camillo Mascolino, da Gianrico  – Aldo Toscano a Greta e Lisa – Marzia Longo e Chiara Seminara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*