L’attività sessuale episodica aumenta il rischio cardiaco

Print Friendly, PDF & Email

 

Una nuova ricerca statunitense, che ha esaminato 14 studi fatti in precedenza, fornisce buoni motivi per fare sesso più spesso.

E’ emerso, infatti, che coloro che sono allenati rischiano meno degli altri un attacco cardiaco. La stessa cosa vale per l’attività fisica.

Il rischio di un attacco cardiaco sembra maggiore in coloro che non sono abituati all’attività fisica, ha detto il ricercatore Jessica K. Paulus, assistente dell’Università di Harvard, che ha condotto la ricerca con i colleghi delTufts Medical Center di Boston.

I nostri risultati mostrano, dice lo studio, che non solo il sesso, ma in genere tutte le attività fisiche richiedono un graduale allenamento, soprattutto quando si hanno fattori di rischio cardiovascolare.

Quelli che fanno sesso raramente hanno fino a 2,7 volte in più il rischio di un attacco di cuore rispetto a coloro che fanno sesso regolarmente. Allo stesso modo, coloro che di tanto in tanto si impegnano in una laboriosa attività fisica rischiano 3,5 volte più di coloro che si allenano con costanza.

L’attività fisica sporadica provoca anche cinque volte in più la morte cardiaca improvvisa.

Se una persona fa regolarmente esercizio fisico o sessuale durante la settimana riduce del 45% il rischio di avere un attacco di cuore e del 30% quello di andare incontro a un arresto cardiaco improvviso.

La ricerca è apparsa sul Journal of American Medical Association (JAMA) di marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*