Print Friendly, PDF & Email

Salvo Ravalli's handbike

Un titolo inglese per una cosa tutta italiana, permettetemi, per una volta, di giocare sul fatto che questo strumento così utile, anzi necessario, per un disabile per poter partecipare a una gara di maratona o maratonina, abbia un nome inglese e, come per molti altri termini ormai entrati nell’uso comune della nostra lingua, non si riesca a trovare un equivalente italiano.

Questo incipit per raccontare che ieri è stata consegnata da parte dei dirigenti, a nome dei tanti soci, del Inter Club Augusta sito in via XIV ottobre, una fiammante handbike gialla, costruita dalla ditta Offcarr di Padova, a Salvo Ravalli, un disabile di cui mi sono già occupata qualche mese fa, con un mio articolo, perché aveva costruito una barca totalmente accessibile e fruibile da chi, come lui, vive in carrozzina.

Con questa handbike Salvo conta di allenarsi seriamente per partecipare insieme a Giovanni Spadaro, presidente de Il Faro Augusta Onlus di cui anche Ravalli fa parte, alla prossima maratona di Roma e a tante altre gare di atletica con il desiderio di portare ad Augusta qualche trofeo che premi lo sforzo sportivo dei disabili.

foto di Nino Ermes Vacante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*