Berlusconi lampedusano

Print Friendly, PDF & Email

berlusconi-lampedusaLo show nel quale si è prodotto ieri a Lampedusa il nostro Presidente del Consiglio è stato al contempo geniale e squallido.

Geniale perché, dopo aver fatto montare ad arte dai suoi media l’emergenza sbarchi, “emergenza” peraltro, visti i fatti di questi mesi, prevedibile e prevista, e nella quale il Governo si è contraddistinto per la sua immobilità, ieri Silvio “salvatore” Berlusconi è arrivato a Lampedusa a promettere mari e monti (avrà un casinò, diventerà una zona franca, avrà un campo da golf, sarà proposta per il Nobel per la pace) e a dire che nel giro di 48 – 60 ore l’isola tornerà ad essere abitata dagli isolani.

Ma è stato uno show squallido perché così come ha fatto a Napoli e in Abruzzo ha sfruttato le emergenze per prendersi la ribalta nazionale (all’estero non lo hanno c….to nemmeno di striscio) e far dimenticare, almeno per un giorno, all’opinione pubblica italiana i suoi guai e i problemi del suo Governo.

Poi c’è stata la sorpresa dell’acquisto della casa (“La notte scorsa, su internet, ho comprato una villa a Cala Francese per una cifra inferiore ai 2 milioni di euro”). Un annuncio patetico, che è uno schiaffo nei confronti di chi ha difficoltà ad arrivare a fine mese, ma che serve a dimostrare che lui ci tiene veramente all’isola e che, in quanto ormai lampedusano, risolverà veramente i problemi.

Insomma, dopo il Berlusconi operaio, il Berlusconi ferroviere, il Berlusconi pompiere e il Berlusconi panettiere, ecco adesso il Berlusconi lampedusano. Speriamo che questa volta gli anticorpi che ormai dovremmo possedere facciano il loro dovere.

1 commento

  1. Complimenti per il tuo articolo, direttore.
    Essenziale, chiaro e diretto. Condivido in pieno ciò che ho letto.
    Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*