L’eredità del visconte

Print Friendly, PDF & Email

l'eredità del visconteSiamo nella terra di Tomasi di Lampedusa e del suo principe di Salina e proprio nella sua amata Sicilia ha voluto ambientare questa sua breve opera prima, “L’eredità del Visconte” edita da Albatros, Maria Rita Corallo, donna profondamente innamorata sia della sua città, Augusta, che della sua isola.

Maria Rita Corallo ci narra la storia delicata di un amore profondo, appassionato e imprevedibile tra un visconte, nobile non solo per lignaggio ma nell’animo e nei sentimenti, e una ragazza non appartenente alla sua classe sociale.

Al loro amore fanno da contorno altre figure che vengono descritte con delicatezza di toni e che danno consistenza a questa “storia siciliana” dei nostri giorni.

Il Visconte, protagonista della storia, viene così descritto dall’autrice “era rispettato ma anche amato. Era autorevole ma non autoritario, era serio e severo ma, al contempo, magnanimo … era … un buon padrone, un buon amministratore, un buon capofamiglia”: ma ne esistono ancora al giorno d’oggi? Forse soltanto nei racconti fiabeschi come questo di Maria Rita Corallo che vuole dedicarlo ai giovani d’oggi perché siano educati al rispetto degli anziani, del lavoro, degli affetti, della propria terra, delle proprie tradizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*