Sai chi è Betty?

Print Friendly, PDF & Email

betty-boop2

«Betty è il termine abitualmente usato dalle ragazze per indicare Berlusconi», scrive la polizia giudiziaria riferendosi a una telefonata tra Nicole Minetti  e la meteorina Barbara Faggioli.

Dopo «Cesare», che tutto sommato aveva una marzialità e anche una legittimazione di opere e parole e modi di fare; dopo «Papi» che decisamente rinvia ad una dimensione intimistico-affettuosa con variabili nella sindrome di Lolita; passando per il serioso signor B., adesso, dalle carte del processo, Ruby spunta un nuovo nomignolo per il cavaliere: Betty, appunto con la york finale.

Forse le ragazze si riferivano a Betty Boop, la prima eroina sexy dei cartoons anni trenta, a zia Betty e via dicendo.

C’è sempre un motivo quando viene scelto un nomignolo e un soprannome. I soci della P3 lo avevano chiamato «Cesare», il cesarismo, la dittatura del capo, l’uomo della provvidenza. «Papi» era riservato alle minorenni, «Betty» invece  è, e forse è destinato a restare, un arcano, a meno che la Minetti non sia in vena di parlare e svelare l’esiralante mistero.

Ma non è finita qui. Infatti, la Michelle de Conceicao, la brasiliana che viveva con Ruby, quando telefona a Nicole Minetti per dirle che Ruby era in questura le dice anche di aver parlato con lo “spirito santo” e la Minetti conferma che si riferiva a Berlusconi.

Aspettiamo di sentirne altri di soprannomi, per ora abbiamo, “Cesare”, “Papi”, “Betty” e “Spirito Santo”. Davvero celestiale quest’ultimo nomignolo!

Beh! La figura del pirla che si fa abbindolare dalle gnocche, abbondantemente pagate, non gliela toglierà  nessuno, nemmeno una legge ad personam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*