TRAGEDIA A LAMPEDUSA

Print Friendly, PDF & Email

tragedia lampedusa foto Dopo queste settimane di continui sbarchi nell’isola di Lampedusa, la notte scorsa alle 4 del mattino è affondato un barcone che conteneva circa 300 persone. Poco più di 40 persone sono state messe in salvo dalla guardia costiera, ma sono 250 i dispersi in mare.

L’imbarcazione proveniva direttamente dalle coste della Libia e gli immigrati a bordo erano quasi
tutti di nazionalità somala o eritrea. Dolore per la gente che non è riuscita a mettere in salvo i propri bambini o le persone care.
Il mare continua in burrasca e la situazione dovrebbe addirittura peggiorare sulle coste della Sicilia,
che quest’oggi ha visto innumerevoli cadaveri galleggiare spinti dalle onde.
Secondo i racconti, uomini, donne e bambini viaggiavano da circa tre giorni con il mare in burrasca,
e quando si sono resi conto che si avvicinava una nave italiana, subito si sono messi in salvo.
Non si assisteva ad una tragedia così da molto tempo e lo sgomento, per fortuna, è stato espresso da
varie parti della politica italiana.
Bisogna assistere ad un evento di tale portata per comprendere la disperazione di un popolo che è in
grado di mettersi in tali condizioni pur di cercare di fortuna? Forse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*