Il mondo alla rovescia

Print Friendly, PDF & Email

Berlusconi-Silvio

Nel febbraio del 2007 il giudice Vittorio Metta è stato condannato a 2 anni e 9 mesi perché corrotto da Cesare Previti, all’epoca avvocato di Fininvest, per annullare il lodo arbitrale che assegnava a Carlo De Benedetti il controllo della Mondadori, favorendo in questo modo Silvio Berlusconi.

Un paio di anni dopo, il tribunale civile ha condannato la Fininvest a risarcire a De Benedetti i danni causati da quella corruzione, quantificandoli in circa 750 milioni di euro.

In pratica, nella cosiddetta “guerra di Segrate” per il controllo della nota casa editrice, una sentenza del tribunale stabilisce che la Mondadori appartiene a De Benedetti. Finivest fa ricorso contro questa sentenza e, al contempo, corrompe il giudice chiamato a deliberare perché annulli la prima sentenza. La cosa puntualmente avviene e la proprietà di Mondadori passa a Berlusconi.

Per fortuna le bugie hanno le gambe corte e, una volta accertata la corruzione, il tribunale civile stabilisceo che De Benedetti dev’essere risarcito da Fininvest per il danno subito.

L’altro ieri Silvio Berlusconi ha dichiarato “Alla Mondadori, che ha 252 milioni di valore, si chiede di risarcirne 750. Definire questo fatto una rapina a mano armata è il minimo”.

Il mondo di Berlusconi evidentemente è un mondo alla rovescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*