Perchè Arrigoni?

Print Friendly, PDF & Email

arrigoni

E’ la domanda che in si pongono in molti: perche mai assassinare un personaggio come Arrigoni che in Occidente e in tutto il modo rendeva popolare la causa dei Palestinesi, che da sempre era impegnato contro il “nemico” Israeliano, senza riserve, senza “se” e senza “ma”, come si usa dire. Cerchiamo di dare una risposta.

Il primo motivo è di ordine pratico: i salafiti del gruppo Mohammed Bin Moslama sono in lotta mortale con le autorità di HAMAS considerate troppo moderate sia dal punto di vista della lotta contro Israele come nell’applicazione della Sharia: molti sono stati uccisi sbrigativamente altri sono in prigione. Hanno allora pensato che HAMAS non poteva permettersi di fare uccidere il cooperante italiano senza averne un grande danno di immagine e senza dimostrare, fra l’altro, di non avere il completo controllo della Striscia di Gaza. Ma il conto si è rilevato sbagliato. HAMAS non è apparsa minimamente disposta a trattare ( e, in verità, non poteva farlo) ha reagito con un rastrellamento e allora non è rimasto altro che uccidere l’ostaggio.

Ma c’è anche un’altro motivo più profondo e meno occasionale che pure va valutato e che invece i media occidentali sembrano ignorare. In effetti i rapitori hanno dato una chiara spiegazione della motivazioni del loro gesto: i rapitori accusano Arrigoni di diffondere “i vizi occidentali”, viene descritto come “uno che entra nella nostra casa portandoci la corruzione morale” e dietro il quale c’è uno “staterello, l’Italia, infedele, il cui esercito è presente ancora nel mondo islamico”. Sono forse parole strane per un occidentale, farneticazioni come si usa dire, ma hanno una loro coerenza nel pensiero salafita.

Arrigoni proviene da una cultura occidentale di sinistra, atea e libertaria, quanto di più lontano si possa immaginare dall’integralismo mussulmano. Per i percorsi strani della politica avviene che i sostenitori della causa palestinese in Occidente provengano in genere proprio da quell’area che per gli integralisti (e anche per i non integralisti) mussulmani è il “male” dell’Occidente. Per l’osservante mussulmano l’Occidente viene identificato con il “grande satana” proprio perche identificato con quel tipo di cultura libertaria, diciamo “di sinistra” dalla quale Arrigoni proveniva.

Utile quindi alla causa Palestinese ma pure un pericolo ancora maggior dei nemici sionisti perchè portava nel cuore dell’islam il “ male” dell’Occidente: i primi sono immediatamente riconoscibili come nemici mentre Arrigoni era la seduzione nascosta, la tentazione, il satana nascosto sotto le belle apparenze. Per un salafita gli onori riservati ad Arrigoni debbono essere apparsi come la conferma del “tradimento” che HAMAS starebbe perpetrando nei rigaurdi della vera fede, quella dei mitici tempi della prima predicazione islamica delle origini (in arabo: salaf ).

Noi occidentali di destra, di sinistra e di centro tendiamo a vedere il mondo come se le nostre categorie mentali fossero le uniche possibili: ma in realtà vi sono molte altre prospettive nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*