La cultura ragusana per Guastella sindaco

Print Friendly, PDF & Email

guastellasindaco
Ieri sera, in un cineteatro “Lumière” quasi sold out, si è tenuta la tanto attesa kermesse musico-teatrale organizzata dal Movimento Città per raccogliere fondi, “in modo trasparente” hanno precisato gli organizzatori, per finanziare la campagna elettorale per il Consiglio Comunale di Ragusa del Movimento stesso.
Ad aprire la serata è stato il trio composto da Gianni Guastella, Salvatore Dipasquale e Vincent Migliorisi che ha intrattenuto il pubblico con alcune canzone tratte dal repertorio popolare siciliano.

Quindi sul palco si sono alternati momenti teatrali e musicali con Danilo Schininà, che ha recitato un monologo “muto” e una poesia, Cessi, dedicata ai nostri migliori uomini politici,  i Carnaby Hall, che hanno eseguito cover di Jimi Hendrix e Carlos Santana, Giuseppe Marrone, che ci ha fatto ridere con il monologo Dal precariato all’imprecariato.

Sul palco è anche salito Vincenzo Cascone, regista del documentario Iblei, storie e luoghi di un parco, che ha raccontato della realizzazione della sua opera.

In chiusura, e non poteva non essere così, gli spettatori hanno acclamato a gran voce il candidato sindaco Sergio Guastella, “costringendolo” a salire sul palco.

Sergio ha esordito con un’altra confessione «Questa è la seconda volta che salgo su questo palco, la prima volta è stato diversi anni fa quando recitavo in una compagnia amatoriale. Ma mi sono subito reso conto che come attore non avevo alcun futuro». Poi, tra gli applausi, ha invitato i presenti a essere sempre se stessi e a continuare a indignarsi per le cose che non piacciono.

Prima dello spettacolo, nella hall del Lumière, sono state invece raccolte le firme necessarie per la presentazione della lista alle elezioni. La raccolta continuerà anche domani, in contrada Selvaggio, in occasione del mercato del mercoledì. I cittadini che non lo hanno già fatto sono invitati a firmare. La democrazia parte dal basso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*