L’esercito compie 150 anni e Napolitano ritorna a Torino

Print Friendly, PDF & Email

5_0Esibizioni per le piazze, due maxi-schermi in Piazza Castello, che mostrano le azioni militari dell’esercito, cinque bande musicali dell’arma per le strade, la gente in festa: è questo il clima che si sente a Torino, oggi, 4 maggio 2011.
Nella giornata odierna, infatti, per la celebrazione dei 150 anni dell’esercito italiano, una folla è arrivata in centro per rendere omaggio all’arma, insieme al Presidente Napolitano e al Ministro della Difesa Ignazio La Russa.

Durante l’evento, il Presidente, accolto dal Capo di Stato maggiore della Difesa, Biagio Abrate, e dal Capo di Stato maggiore dell’Esercito, Giuseppe Valotto, ha conferito la decorazione di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia alla bandiera del 9° Reggimento paracadutisti d’assalto Col Moschin, per l’impegno in Afghanistan; la Medaglia d’oro al valor civile alla Bandiera di Guerra, per l’impegno in Abruzzo, e le Croci alla Memoria ai familiari dei nove caduti in Afghanistan.

La cerimonia è iniziata stamattina alle  ore 10.00, con l’atterraggio della squadra dei paracadutisti, Brigata Folgore, in Piazza Castello, ed è continuata con le sfilate delle bande dei diversi corpi dell’esercito per le vie della città.

Nel suo discorso, Napolitano ha ribadito l’importanza dell’esercito nella storia della nostra Italia: ”il mio pensiero va alla bandiera della Forza Armata, simbolo di unità, onore e valore militare, ed ai soldati di ogni grado, arma e specialità caduti per la difesa della patria e per la salvaguardia delle sue Istituzioni. Sin dalla sua nascita, il 4 maggio 1861, […] l’Esercito è stato, per gli italiani, interprete di un comune sentimento nazionale, fattore di coesione e costante esempio di tenacia e generosa determinazione.”
“L’esercito è divenuto, insieme alle altre Forze Armate, strumento essenziale della comunità internazionale a garanzia del rispetto di principi e regole condivisi, in una concreta prospettiva di crescita e di cooperazione tra i popoli. Siate orgogliosi di far parte di questa prestigiosa istituzione, che quest’anno celebra con l’Italia il suo 150° compleanno.
A voi tutti giungano, in questa speciale giornata, il saluto e l’augurio dei cittadini e i miei personali, unitamente al ringraziamento per lo straordinario contributo di opere e di ingegno che mettete quotidianamente al servizio del Paese. Viva l’Esercito, viva le Forze armate, viva l’Italia!”

Venerdì, 6 maggio, invece, arriveranno in città 1.500 Alpini, che dopo la Notte tricolore di sabato, sfileranno per le vie di Torino, in occasione dell’84ª Adunata nazionale delle penne nere di domenica 8 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*