Chi ha paura di perdere?

Print Friendly, PDF & Email

img_8707

In queste elezioni amministrative si assiste ad uno spettacolo indecoroso: l’ultima carta  che la Lega ed il PDL stanno giocando è quella della paura.

Bossi dice “ormai vinciamo solo se i milanesi si spaventano”

E se i milanesi, non prendono paura?

E allora,  vince Pisapia: e Milano si trasforma magicamente in una zingaropoli, avrà la più grande Moschea d’Europa, sarà la Stalingrado d’Italia, sarà una città insicura, caotica e disordinata. Insomma, milanesi, ve la sareste proprio cercata.

Viene da aggiungere che se ciò accadesse diventerebbe un’attrazione mondiale. Mi immagino gli zingari arrampicarsi sul Pirellone “una lunga scia di formiche” alla caccia del re dei formichi: Formigoni.

Berlusconi legaiolo, di rimando e per non essere da meno di Bossi, afferma con sicurezza e sicumera che: Milano diventerà “una città islamica” (pensiero di Bossi). Milano “sarà coperta da bandiere rosse con la falce-martello” (ossessione sua dal 1994).

Stranamente non sostiene il verbo di Bossi riguardo lo sparpagliamento dei ministeri per l’intero paese. È un argomento che crea caos nella maggioranza. Meglio non toccarlo.

Naturalmente dà addosso a De Magistris e dice che “è il peggio del sistema politico italiano, perché è un esponente di una sinistra estrema, rivoluzionaria, inquisitoria e giustizialista”.

Da cui si evince che chi ha davvero paura di perdere sono proprio Bossi e Berlusconi.

Si mettano l’animo in pace, i cittadini di Milano e di Napoli sono più sereni e sapranno scegliere bene. Non sono come bambini che si spaventano se qualcuno grida ”al lupo, al lupo”, sono cittadini saggi, che meritano di essere trattati da persone consapevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*