Print Friendly, PDF & Email

filarmonica bellini scandicciDue ensemble musicali che suonano insieme per festeggiare il 142° anniversario della nascita di una delle due, la Filarmonica Vincenzo Bellini di Scandicci, nata appunto nel lontano 1869, uno spettacolo coinvolgente sia per il numero di musicisti che hanno suonato che per la scaletta dell’evento davvero molto densa ma, soprattutto, per l’originalità e la varietà dei brani scelti dai due direttori d’orchestra, Luigi Giordano per la filarmonica “festeggiata” e Alessio Stabile alla guida della Filarmonica Mascagni di Prato, l’ensemble “ospite”.

Questo concerto ha avuto luogo ieri pomeriggio sul palcoscenico del cineteatro Aurora di Scandicci, quasi due ore ininterrotte di ottima musica; si è esibita prima la filarmonica Mascagni interpretando i seguenti brani:

– “Canterbury Chorale” nell’arrangiamento per banda di Jan van der Roost

– La celebre “Sinfonia” da “I vespri siciliani” di Giuseppe Verdi

– Un’altra sinfonia ma di un autore giapponese, Satoshi Yagisawa

– “Spirit of the sequoia” di un autore americano, Philip Sparke”, molto lento e maestoso

– “Musical Dance” di Dirk Brosse, brano conclusivo molto ritmato e originale

E a questo punto le due filarmoniche si sono “fuse”, sotto la direzione di Luigi Giordano, per interpretare tre brani:

– “Florentine March” di Julius Fucik, un autore dell’est che si è innamorato di Firenze dopo averla visitata e ha creato questa marcia

– “Oregon” di un compositore olandese, Jacob van der Haan, che descrive il viaggio, avventuroso e difficile verso questa terra nell’est degli Stati Uniti

– E per concludere una delle marce più celebri ed eseguite, “Stars and Stripes forever” di John Philip Sousa con il delizioso suono dell’ottavino che, in questo caso, si è triplicato grazie alla “fusione” delle due filarmoniche.

Se un pubblico così numeroso e attento ha affollato il teatro in una domenica pomeriggio tanto calda da far desiderare di andare al mare vuol dire che la musica è ancora una splendida sirena attraente.

3 commenti

  1. Un grande grazie a Daniela Domenici per l’articolo sulla Festa della Fondazione della Filarmonica Bellini. E’ veramente un immenso piacere che una così brava giornalista ci segue e scrive di noi con tanto entusiasmo. Da Presidente dell’Associazione mi ritengo onorato di aver avuto modo di conoscerla personalmente e di leggere i suoi articoli. Grazie.
    Luciano Marino


  2. Author

    grazie a voi tutti della Filarmonica per la professionalità e la passione che mettete nei vostri concerti, siete uno splendido esempio di amore per la Musica. Daniela Domenici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*