La Cina auspica lo sviluppo dei rapporti con l’Italia

Print Friendly, PDF & Email

13735144644777040045

Questa mattina, per la prima volta a quanto ricordiamo, il “Quotidiano del popolo”, organo ufficiale del governo cinese, ha dedicato l’articolo di fondo all’Italia, in occasione del 2 giugno e della celebrazione del 150° anniversario dell’Unità: un segno del sempre maggiore interesse di quel paese per il nostro.

L’Italia in Cina è molto popolare e nota per i prodotti gastronomici, di moda, di design: insomma di prodotti belli. Ha quindi fama del paese della bellezza, dell’arte della cultura, esercita un notevole fascino. Meno, però, sono noti i prodotti industriali per i quali i cinesi in Europa preferiscono soprattutto la Germania. Tuttavia l’ Expo di Shanghai nella quale l’Italia ha allestito uno dei padiglioni più interessanti ha risvegliato l’interesse cinese anche per i nostri prodotti di alta tecnologia.

L’articolo del “Quotidiano de popolo” di oggi è di commento alla visita ufficiale del vice presidente cinese Xi Jinping che ha partecipato alla celebrazione alla quale vien riservato un ampio servizio con molte foto.

Viene riportato con grande rilievo una intervista dell’ambasciatore cinese in Italia Ding Wei. In essa Ding Wei si sofferma sulla grande importanza alla visita del vice presidente Xi nella attesa che possa aumentare la comprensione reciproca, rafforzare la cooperazione bilaterale economica e commerciale, e intensificare ulteriormente le relazioni tradizionalmente amichevoli tra Cina e Italia

Ding ha quindi parlato dell’Anno Culturale Cinese che ha avuto vari eventi creativi, ha prodotto effetti sensazionali e goduto di una accoglienza entusiasmante in Italia. contribuito a un maggiore conoscenza del passato e del presente della Cina nei suoi aspetti economici e cultura, molto importante per un sano sviluppo delle relazioni di amicizia e cooperazione tra i due paesi.

Ding ha detto che le relazioni Cina-Italia sono in via di sviluppo nei vari aspetti da oltre 40 anni, dalla costituzione dei rapporti diplomatici tra i due paesi. In primo luogo, i due Paesi hanno fiducia, rispetto reciproco, hanno svolto un ruolo positivo in posizioni analoghe bilaterali e multilaterali e affari concernenti questioni, come nel far fronte alla crisi finanziaria internazionale e riformare il sistema globale di governance. In secondo luogo, i due paesi hanno ottenuto continuo sviluppo delle relazioni economiche e ampliato i campi di cooperazione. con le nuove opportunità in settori come l’alta tecnologia, la tecnologia di protezione dell’ambiente e della green economy. In terzo luogo, la Cina e l’Italia hanno anche collaborato bene nel campo della cultura,

Ding Wei ha aggiunto: “La prospettiva per il futuro sviluppo delle relazioni Cina-Italia è luminosa e le relazioni di fiducia reciproca e la cooperazione migliorerà ulteriormente il legame con reciproco beneficio, di cooperazione e complementarità economica continuerà a progredire in termini di cultura. Cina e l’Italia entrambe hanno una lunga storia di civiltà.

—————

Foto da Quotidiano del popolo: la tribuna di onore : al centro il vice presidente cinese Xi Jinping

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*