Xi Jinping: il prossimo leader della Cina

Print Friendly, PDF & Email

P200803170818492506431356

Xi Jinping è il rappresentante della Cina presente fra altri circa 80 rappresentati di altri stati alla  Festa della Repubblica del  2 giugno, in occasione della celebrazione del 150° anniversario  dell’unità italiana. Ha anche presieduto alla firma di importantissimi accordi commerciali per una importo stimato di oltre  30 miliardi con il nostro paese: sarebbe una notizia che meriterebbe  di per se le prime pagine dei giornali se non fossimo purtroppo tanto distratti dal “teatrino della politica “ cosi lontano dagli interessi reali del nostro paese

Nessuno media italiano ha dedicato la minima attenzione a Xi Jinping, confuso fra la folla delle altre  personalità  presenti. In realtà Xi Jinping non è un qualunque politico cinese ma è colui il quale, quasi certamente, dal prossimo anno, sarà  il leader della Cina, quindi uno degli uomini più potenti e importanti della terra  Attualmente ricopre la carica di vice presidente della Cina insieme a tante altre  ma si appresta ad essere nominato come  successore di Hu Jintao  Infatti la Cina è l’unico paese al mondo che già da tempo ha programmato la successione nel  governo. Pure essendo in sostanza una dittatura  senza vere elezioni libere  tuttavia in  Cina, dopo Mao, si è stabilito che i leader possano essere tali solo per un certo tempo dopo il quale vengono sostituiti per  evitare una dittatura personale. Il potere resta  al Partito Comunista, in pratica a una ristretto numero di oligarchi, che sceglie man mano i dirigenti. Un sistema di cooptazione che ricorda un po quello della Chiesa Cattolica  con il collegio cardinalizio che elegge il papa

Si parla di 5 generazioni di dirigenti

La prima è stata quella di Mao e dei suoi compagni che hanno partecipato alla Lunga Marcia

Una seconda generazione fu quella che, pure avendo partecipato direttamente alla Rivoluzione, tuttavia, sotto la direzione di Deng Xiaoping (che non fu mai presidente) portò fuori a Cina dal Maoismo e diede inizio allo sviluppo economico  con un sistema sostanzialmente capitalista

Una terza generazione fu quella  di  manager  guidati da Jang Jemin essenzialmente di dirigenti industriali più che dei politiciLa quarta generazione. quella  attuale, è formato da provenienti dalle professioni: Hu Jintao è un ingegnere e Wen Jiabao un geologo

La quinta generazione sarà guidata da Xi Jinping un laureato in legge  (affiancato da Li Leqiang. anche lui giurista)

Xi Jinping è nato  a Pechino nel 1953, figlio di un combattente comunista di lunga data. criticato e messo in prigione dalle Guardie Rosse. Il giovane Xi venne inviato in un gruppo di lavoro nel quale pero, nel 76, alla morte di  Mao emerse  come un capace dirigente. Ha quindi iniziato una lunga carriera risalendo ad uno ad  uno tutti i gradini dellla piramide del  potere cinese.

Il motto personale di Xi è  «Sii orgoglioso, non compiaciuto. motivato, non pomposo. pragmatico, non eccentrico» :un esempio di equilibrio, di misura proprio nella  tradizione confuciana del paese.

Xi è sposato con Peng Liyuan,. una cantante di grande successo che  era molto  più conosciuta e popolare del marito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*