E’ USCITO  “A SCARCITY OF MIRACLES” NUOVO  ALBUM DEI KING CRIMSON.

Print Friendly, PDF & Email

L’istrione occhialuto Robert Fripp  ha realizzato un nuovo  progetto intitolato “ A scarcity of miracles”. A questo  lavoro ambizioso hanno preso parte    il leader Robert Fripp  chitarre e soundscapes, Jakko M.  Jakszyk chitarra – voce,  Gu  Zheng tastiere, componente dei 21 st Century schizoid  band, il redivivo  Mel Collins sassofono alto, soprano e flauto,  il fido Tony Levin basso e Chapman stick, Gavin Harrison batteria e percussioni, componente dei Porcupine tree.  Le composizioni sono di Jakszyk, Collins ,  Fripp.  L’album  dagli aspetti  ariosi e’ aperto dalla title track  “ A scarcity of miracles “ con un  tappeto di soundscapes  di Fripp, incantevoli le linee tratteggiate dai fiati di Mel Collins, soave e ispirata la voce di Jakszyk.  Il secondo brano “The price we pay” viene introdotto dal Gu zheng strumento musicale tradizionale cinese  a 21 corde. Con la mano destra le corde vengono pizzicate dal plettro, mentre con la  mano sinistra si premono le corde per ottenere note di diverso timbro e altezza. Davvero strepitosi  i ricami del sax, magistrale il drumming di Harrison, incisivo il basso di Levin, imperiose le trame di Fripp. Nel brano “Secrets” la voce di Jazszyk  avvolge facendoci cadere in un sogno dal quale non vorremmo  svegliarci. L a quarta traccia “This House” e’ aperta da cori e dai soundscapes , per poi svilupparsi sul cantato di Jazsyzk che non fa rimpianger e  Adrian Belew, di ottima fattura le traiettorie  scelte da Collins, delicato il drumming di Harrison, corposo il basso di Levin. Il quinto sigillo “ The other man “ si proietta dopo alcuni arpeggi di Gu zheng  , brevi frasi di sax, su linee elettriche e soundscapes di Fripp . L’ultima traccia “The light of day” e’ basata sui soudscapes di Fripp, etereo il cantato di Jazsyzk , ricercate le traiettorie scelte da Collins al sax, pregevoli  gli interventi alle tastiere  di Jazsyzk  nelle sue espressioni. Un   capolavoro che attendavano da tempo in un momento  dove ci muoviamo in acque fangose.  E’  davvero salutare tuffarsi in acque limpide facendoci accarezzare da questi suoni sublimi che solo Robert Fripp sa creare e regalare. Un album da  sentire all’infinito. In questo cofanetto e’ allegato un dvd  che mostra oltre il missaggio dei brani, due tracce improvvisate “Empty house” e “Hidden secrets”.

Buon ascolto e buon visione. Alla prossima per un ‘altra pagina di musica colta.

marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*