Paghi se deve pagare

Print Friendly, PDF & Email

berlusconi_fondo-magazineSe una persona ha rubato ed ha corrotto dei giudici per impossessarsi con frode di beni altrui, è giusto che paghi, come tutti i cittadini disonesti, anche se si tratta del Presidente del Consiglio.

La multa che dovrà pagare è salata, certo, 560 milioni di euro non sono bruscolini, ma l’impero che ha è grandissimo, può cominciare a vendere qualche castello, l’intera costa dell’isola di  Antigua, qualche banca e così via e troverà i soldi per onorare il suo debito.

Ma quello che Berlusconi c’ha costruito sopra, dopo questa frode, e cioè la visibilità, la rappresentanza, la propaganda e tutto il resto, gli hanno consentito di fare politica con dovizia di mezzi, e di diventare Presidente del Consiglio.

Nessuno riuscirà mai a valutare in termini monetari che cosa vale un tale prestigioso incarico, per tanti anni. Per mantenerlo ha costretto il popolo italiano a subire almeno 40 leggi ad personam, ed ora si appresta a preparare la 41esima, quella che consente di non pagare le multe se si è ricchissimi fino alla Cassazione, e la 42esima quella di mettere il bavaglio alle intercettazioni,  alla stampa e al web.

Io sono perché paghi, e mi rammarico che da vent’anni ci sia alla Presidenza del governo un corruttore. Colui che dovrebbe essere lo specchio di virtù  e di onestà per un paese è diventato la scuola del malaffare.

Ne sono testimoni tutti quelli che ora sono indagati, per aver sfacciatamente approfittato della loro posizione, ne sono testimoni quegli onorevoli che lo sorreggono per arricchire se stessi, ne siamo testimoni noi che ne paghiamo caramente le conseguenza, in campo internazionale, con il calo enorme di credibilità del paese.

Per questo il mondo finanziario, senza scrupoli, ci attacca sfacciatamente e ci mette in condizioni di dover chiedere aiuto in Europa.

La terza economia dell’Europa, l’Italia, sotto attacco speculativo, come la Grecia, il Portogallo, perché come politica sia economica che di governo  non siamo credibili.

Ed un Presidente del Consiglio corrotto e condannato che si ostina a stare dov’è, con la più grande faccia tosta, facendo la vittima innocente, non giova certamente a questo paese, già in ginocchio.

Anni ed anni di propaganda ed ostilità contro la magistratura comunista non valgono niente, la gente non ci crede più e quando legge le sentenze si rende conto di che razza di corruttore abbiamo tra le mani.,

Berlusconi trascina con sé tutti noi, e ci riporta indietro, nella miseria degli anni del dopoguerra.  Una vergogna. Paghi, senza fare tante storie, i soldi li ha, si dimetta  e lasci in pace questo paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*