La Fiat 500 in Cina

Print Friendly, PDF & Email

fiat-500-first-edition

Oggì è stata presentata  a Shanghai la Fiat 500 “First Edition” realizzata esclusivamente per il mercato cinese e decorata da motivi grafici da 5 giovani designer cinesi. che hanno interpretato in modo creativo il rapporto tra Cina e italia Si tratta di una serie esclusiva di 100 esemplari numerati che anticipa il lancio ufficiale del modello 500 previsto per il 15 settembre prossimo. Tutti i cinesi che prenoteranno una Fiat 500 parteciperanno ad un’estrazione finale ai vincitori della quale sarà assegnata una di queste vetture esclusive in sostituzione di quelle  comune. L’inizio della fase promozionale è un momento fondamentale per il lancio della 500 in questo mercato sulla quale si appuntano molte speranze della Fiat.  il motore è un 1,4 litri MultiAir benzina vincitore del prestigioso premio “The International Engine of the Year Awards 2010”. abbinato ad una trasmissione automatica a sei velocità, La 500 avrà moltissime versioni e serie speciali,

La Fiat 500 è il primo grande passo della  Fiat in questo grande mercato: entro la fine del 2012 avremo il lancio della nuova berlina prodotta interamente in Cina nello stabilimento di Changsha

.Prodotta a Toluca (Messico), la gamma Fiat 500 commercializzata in Cina ha un prezzo di partenza di 190.000 RMB ( 20.00 euro)

La Fiat produrrà i suoi cambi in Cina, come parte del piano per guadagnare un punto d’appoggio nel mercato automobilistico.più grande del mondo
Icambi i saranno prodotti in collaborazione con un partner cinesi di  Guangzhou: all’annuncio dell’accordo le azioni sono salite vertiginosamente
La produzione dei cambi dovrebbe iniziare nel 2013 e si prevede di ottenere alla fine una capacità annua di 500.000 unità
Secondo  gli analisti l’iniziativa sarebbe di grande aiuto alla  Fiat per i piani di produzione locale dei suoi modelli di auto, una strategia che mira a garantire quote dell’immenso  mercato cinese .
Il mercato automobilistico in espansione della Cina negli ultimi anni ha incrementato la domanda di componenti locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*