Segnali positivi

Print Friendly, PDF & Email

003_2011_08_31_segnali_positiviÈ iniziata ieri la seconda settimana di allenamenti per il Padua Rugby Ragusa e l’ambiente continua ad essere tranquillo, con i giocatori che, consci del fatto che quella che sta per partire può essere quella definitiva consacrazione, continuano a lavorare sodo. «Il segnale positivo è che i ragazzi si stanno sottoponendo alle fatiche della preparazione precampionato senza lamentarsi, quasi con piacere», ci ha detto Enzo Novello, il preparatore atletico della squadra ragusana.

Tutto bene, dunque. A parte il fatto che i giocatori sono costretti ad allenarsi su un campo, il Petrulli, il cui fondo è gibboso e per questo altamente pericoloso per l’incolumità fisica di chi lo calca. Per questo, perdurando l’impossibilità di utilizzare il campo del rugby di via della Costituzione (a proposito, che fine hanno fatto progetti di recupero?), la prossima stagione il XV azzurro giocherà le partite interne al “Selvaggio-Aldo Campo”.

Nel frattempo, in attesa che da parte del Comitato Regionale sia ufficializzata la formula a due gironi e stilato il calendario del campionato, la dirigenza del Padua sta lavorando all’organizzazione di un paio di amichevoli, da disputarsi nelle prossime settimane, ed è in trattativa con un’importante azienda di abbigliamento sportivo che dovrebbe fare da sponsor tecnico di tutte le squadre del Padua. Ciccio Schininà, Team manager: «Siamo alle battute finali della trattativa, ma per il momento preferiamo mantenere il massimo riserbo sul nome dell’azienda e sui contenuti dell’accordo».

Ieri, intanto, hanno ripreso gli allenamenti anche i ragazzi dell’Under 16 e dell’Under 20 (la vecchia Under 18, che da quest’anno la FIR ha allargato anche ai giovani sotto i vent’anni per dare modo a quest’ultimi di poter continuare giocare, visto che spesso, una volta diventati maggiorenni e inseriti negli organici delle squadre maggiori, questi giocatori non trovavano spazio tra i 22 che ogni domenica scendono in campo e che quindi erano costretti a seguire le partite dalla tribuna).

Martedì prossimo, infine, sarà la volta dell’Under 14 e del Settore Propaganda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*