Scatti di un non fotografo

Print Friendly, PDF & Email

bici

Quando la fotografia deve raccontare soltanto uno spaccato di vita, fermare un attimo, immortalare la vita che ci attraversa senza la pretesa di rispettare “tecniche” particolari. “Scatti di un non fotografo”, in verità, la dice tutta: Marco Manna, autore di questi versi di poesia fatta immagine, traccia con ironia a volte grottesca, dei percorsi fotografici creativi interessanti e liberi della facoltà di reinterpretare la naturale posa umana.

Venerdì 9 settembre nel suggestivo e pittoresco locale all’aperto “Torre del Pino” a Ficarazzi – Catania, il dottor Giuseppe Lunardo in arte “Dott. Luna” proietta su un enorme telo bianco immagini tratti da film montati con la tecnica del cut-up dal tema “Body parts”. Questo collage movie è accompagnato da un sottofondo musicale molto curato ed appropriato. Gradevole ed artisticamente pregevole risulta sia la qualità che la cura dei dettagli.

Assistiamo così ad una mostra fotografica “sui generis” con fotografie proiettate che scorrono armoniche seguendo il criterio della simbiosi tra canoro e colori: un bianco-nero che diventa via via colore sfumato, ora più intenso, ora più tenue in una sorta di danza canoro-visiva.

Così scorrono paesaggi urbani, personaggi ai margini, donne fumatrici di pipe, uomini che servono ai tavoli nel bel mezzo dell’acqua marina, il polpo che diventa un copricapo, fino ad arrivare alla poesia delle barche, e alla magia delle molteplici braccia di un albero che ospita l’uomo.

Un omaggio al genio, all’estro di un “non” fotografo auto ironico, poliedrico, spirito libero e ribelle. La mostra si conclude con un brano del “Banco del Mutuo Soccorso” dal titolo “L’albero del pane” tratto dall’album omonimo inciso in Inghilterra nel 1975 per la Manticore di Greg Lake (E.L.P.).

Uno spettacolo molto gradevole, diverso, un genere innovativo che auspichiamo diventi con il tempo una nuova forma d’arte visivo-auditiva capace di emozionare ed entusiasmare la gente.

Tra la magia della natura e la poesia dell’arte, l’uomo ritrova la coscienza delle proprie qualità.

Complimenti sinceri a Marco Manna e al Dott. Luna.

Alla prossima emozione.

ombrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*