Per il Padua Rugby Ragusa l’ostacolo Cus Catania

Print Friendly, PDF & Email

ostacolo_cusSi gioca domani la seconda giornata del campionato di serie C e a Ragusa, sponda Padua, sarà di scena il Cus Catania, per un incontro che si preannuncia, come tutti quelli che vedono protagoniste le due squadre, combattuto ed equilibrato.

In casa iblea c’è euforia per quanto fatto vedere domenica scorsa al Goretti, per la netta vittoria, nel risultato ma ancor di più nel gioco, contro il Catania 2009 e si attendono i cusini per confermare quanto di buono fatto vedere sette giorni orsono.

Peppe Gurrieri, allenatore del Padua Rugby Ragusa: «Domenica affronteremo una delle candidate alla vittoria del campionato. Noi, com’è nostra abitudine, giocheremo per vincere. Siamo ad inizio campionato e per questo non posso chiedere ai miei uomini la continuità e il volume di gioco che vorrei, ma il modo in cui hanno giocato contro il Catania del professore Trovato mi fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Se domenica fossimo usciti dal Goretti vittoriosi con il risultato del primo tempo (10 a 0, ndr) io sarei stato contento. Invece i ragazzi ci hanno messo l’anima e alla fine sono riusciti a portare a casa una vittoria col bonus. Questa è la mentalità giusta per affrontare ogni partita».

Le due squadre si sono già affrontate poco meno di un mese fa nel quadrangolare di Catania e a uscire vittoriosa, in quell’occasione, è stata la squadra iblea, 19 a 0 il risultato.

«Di quella partita non bisogna tenerne conto. In campo c’erano due squadre ancora a corto di preparazione, soprattutto loro che sono partiti in ritardo rispetto a noi. Inoltre si giocava sulla distanza di soli 40 minuti. Non bisogna quindi pensare a quella vittoria. Domani, invece, sarà partita vera, tra due squadre in salute che vengono da due successi esterni e che per questo hanno il morale alle stelle. Noi siamo in buone condizioni fisiche e, a parte la forzata assenza di Andrea Solarino (il ragazzo è stato sottoposto a un piccolo intervento chirurgico alla palpebra sinistra, dopo uno scontro di gioco durante la partita di domenica scorsa, ndr) che sarà assente per qualche tempo, non ho problemi di formazione. Potrò quindi schierare il miglior XV disponibile».

Coach Gurrieri ha un sorriso ottimista: «I ragazzi sono cresciuti. Mi sembra siano tornati quelli di due stagioni fa, con in più un anno di esperienza sulle spalle. Sono sicuro che in questo campionato ci toglieremo diverse soddisfazioni». Ce lo auguriamo!

Dall’altra parte, c’è un Cus Catania che si presenterà a Ragusa con qualche assenza rispetto al XV che ha vinto a Misterbianco. Giampaolo Ferrara, uno dei dirigenti della squadra cusina: «Domani non avremo con noi l’apertura e l’estremo titolari, ma verremo a Ragusa per fare la nostra partita, cercando di portare a casa un risultato utile. La nostra è una panchina lunga, così non dovremmo soffrire troppo le assenze, anche se, è chiaro, i titolari sono sempre i titolari. Quello con il Padua sarà un incontro spigoloso, così come lo sono, per tradizione, quelli che ci vedono opposti agli iblei, ma sarà, come sempre, una partita leale. Lo scorso anno a Ragusa abbiamo preso una bella scoppola (42 a 3, ndr), speriamo di rifarci quest’anno».

Si giocherà, con inizio alle 15:30, al Polisportivo Comunale “Aldo Campo-Selvaggio”. In settimana l’Amministrazione comunale aveva fatto balenare la possibilità che la struttura non potesse ospitare la partita adducendo fantasiose motivazioni legate a una presunta indisponibilità del rettangolo di gioco. Poi, di fronte alle vibranti proteste della società azzurra, il Sindaco Dipasquale e l’Assessore Barone hanno fatto un passo indietro, avvertendo però che giocare al Selvaggio sarebbe stata un’eccezione. Se così fosse, resterebbe irrisolto il problema del campo: dove si giocherà a rugby quest’anno, perdurando l’indisponibilità della struttura di via della Costituzione e le dimensioni non regolamentari (lo scorso anno vi si è giocato solo grazie a una deroga della Federazione) del campo Petrulli? Aspettiamo risposte da chi ci amministra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*