Un talk show tutto rosa

Print Friendly, PDF & Email

“Le amiche del sabato” di titolo e di fatto. E’ l’appuntamento  del pomeriggio di Rai1, in diretta da Roma e condotto da Lorella Landi. Un talk show al femminile, con Manuela Villa, Ana Laura Ribas, Rosita Celentano e Milena Miconi, ospiti della puntata odierna, che parte con  la “sorpresa” di una donna molto bella, che ha fatto parlare molto di sé: Nina Moric.

La modella croata che, giovanissima, abbandona la terra natale, dopo aver vissuto la guerra e parte, verso quell’avventura chiamata, “vita”. Gli esordi sono all’insegna della sua bellezza: modella per Versace, Valentino, Roberto Cavalli, RoccoBarocco, Gattinoni, campagne pubblicitarie. La  pop star Ricky Martin la ingaggia per il video del singolo “Livin’ la vida loca”, poi è la volta di Giorgio Panariello, che la vuole accanto a sé nel 2000 per il suo show del sabato sera “Torno sabato” che segnano l’apice del suo successo.

Carattere spigliato, almeno in apparenza, diviene un simbolo di bellezza ed erotismo. Regina dei calendari e dei reality. Seduce gli italiani e ottiene successo e  notorietà. Lorella Landi vuole andare oltre l’apetto pubblico e tenta un’intervista dal sapore intimista, ma la reticenza della Moric, vanifica ogni tentativo: “Sono semplicemete una mamma, pausa…mi piace il mio lavoro, pausa…sono soddisfatta, pausa… a 25 anni ho avuto Carlos che mi ha reso completa, pausa… è stata la scelta più giusta che io abbia fatto”. Si agita sulla sedia, le affermazioni escono secche, il disagio è forte e quello che nelle intenzioni della condutrice, voleva essere la conversazione tra amiche assume più l’aspetto di un’estorsione verbale.

All’apparenza granitica e forte, quasi scostante, si rivela nella sua fragile umanità. L’avventura della bellezza espositiva nasconde una ricerca di sicurezza e protezione. Motivi inconsci che l’hanno condotta nelle braccia di Fabrizio Corona. Un incontro fatale, matrimonio e maternità. Tutto veloce, foNina Moric: la modella racconta di aver tentato di compiere un gesto estremo nel 2009rse troppo, un turbinio di emozioni miste a cruda realtà che la stringono nello scandalo di Vallettopoli. Periodo duro, difficile, accompagnanto dal tracollo che la spinge alla separazione e al tentativo di compiere un gesto estremo, assumendo sonniferi. Ma è ancora nella bellezza che trova la sua ancora difensiva. Il  sogno erotico degli uomini, l’invidia delle donne, non si piace. Si sottopone a numerosi interventi che le gonfiano  labbra, glutei e seni.  Guance tesissime, più che irreali, deformano i lineamenti esterni ma le conferiscono quella patina di sicurezza interiore per ritornare ad essere desiderata dagli obiettivi del mondo dello spettacolo. Ora, al bivio riassuntivo della sua vita, trascorsa tra la nevrosi della fuga e la ricerca di un rifugio, guarda avanti e vuole mettere il passato al giusto posto. Una svolta sentimentale, un nuovo amore che le da la forza di lasciare per sempre alle spalle la sua condizioni di ex moglie di Corona. ” Ho una stabilità nuova, sto bene e sono felice”!

Nonostante le domande incalzino, lei del suo passato non vuole parlare, si limita ad ascoltare quello che altri dicono di lei, gli occhi umidi, incurvata sulla sedia, chiude lapidaria,”Sono gelosa della mia storia e non voglio condivderla con nessuno”.

La trasmissione, a questo punto cambia tenore, e  affronta il tema della maternità in tarda età con testimonianze esclusive. Il dibattito, dei pro e dei contro, verte tutto tra la sottile linea che divide un sogno, un desiderio o un narcisistico ed egoistico atto di eternità? Un equilibrio naturale, biologico,  sconvolto dalla scienza che sfiora la libertà di scelta o l’incoscienza morale. Miracolo d’amore o rifiuto di accettazione di una realtà. Concetti contrapposti di un problema serio, che forse deve rimanere contenuto a singoli casi. Esempi di energia e di estrema capacità d’amore, esempi sereni e felici, ma che, forse, sarebbe bene, non diventassero, norma.

Non manca uno spazio gossip di cui preferisco tralasciare i contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*