Africa: cinesi, chiese e bibbie

Print Friendly, PDF & Email

imagesFino a poco tempo i Paesi  europei che inviavano missionari in Africa costruivano anche i luoghi di culto. Ma attualmente le chiese cristiane vengono costruite dai cinesi  che non sono cristiani e che sanciscono  nella loro costituzione l’ateismo:  non si tratta di una conversione, naturalmente, ma semplicemente del fatto che alle gare di appalto presentano le offerte migliori: più economiche e affidabili delle ditte europee o americane.

Lavorano ad esempio alla basilica della Sacra Famiglia di Nairobi, in Kenya stanno costruendo case per lo staff dell’arcidiocesi di Nairobi, oltre a erigere una chiesa per un gruppo pentecostale, Un’altra società,cinese sta costruendo, vicino a Nairobi, la chiesa di Nostra Signora del Rosario, cattolica, a Kiambu. La stessa società aveva costruito Luther Plaza, il quartier generale della chiesa luterana kenyota.

La Cina d’altronde è un partner di primo piano  in Africa, nel settore delle costruzioni le suo offerte battono regolarmente quelle dei concorrenti, offrendo costi più bassi.

Ma i cinesi non solo costruiscono chiese ma stampano anche la maggior parte delle  bibbie che si leggono in africa mentre in  Cina la loro stampa è contingentata.
La cinese Amity printing Company  ha raddoppiato la quantità di Bibbie stampa te nel 2007, passando da sei a 12 milioni di copie. “Il motivo è sempre lo stesso: i  contratti per stampare Bibbie vanno alle ditte  cinesi  perché offrono  prezzi più bassi di qualsiasi paese dell’occidente.

Gli affari sono affari.

—————————-

Nella foto:  Il complesso luterano di Luther Plaza in Kenia costruito dai cinesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*