Chi era Moummar Gheddafi

Print Friendly, PDF & Email

2011221201658804811_20

È ormai certo che Gheddafi è stato ucciso anche se le circostanze appaiono poco chiare e probabilmente resteranno tali. Ma chi era Moummar Gheddafi?

Ronald Reagan lo definì un “cane pazzo”, e Gheddafi ha fatto poco per dissipare quel soprannome.

Tuttavia, sarebbe sbagliato liquidare la sua figura come eccentricità e semplice follia e instabilità:  è stato una personalità  complessa, dotata di grande fascino e carisma  che è riuscito a rimanere al potere per 40 anni attraverso un  sapiente bilanciamento degli interessi e metodi di realpolitik: una specificità della Libia.

Al potere dal 1969, infatti Gheddafi è il leader più longevo sia in Africa e nel mondo intero.
Gheddafi è nato nel 1942 nella zona costiera della Sirte da genitori nomadi. Lasciò l’università di Bengasi ove studiava  geografia per entrare nell’esercito. Era un ammiratore del leader egiziano  Nasser e della sua ideologia socialista e nazionalista come  un po tutti i giovani arabi del tempo.
All’età di 27 anni, nel 69, ha condotto un colpo di stato incruento rovesciando  il re Idris e da allora ha mantenuto uno stretto controllo del tutto personale sul suo paese ricco di petrolio con una repressione inflessibile di chiunque fosse, anche solo vagamente, sospettato di essere un oppositore.

Dopo la presa del potere, ha definito una politica pan-araba, anti-imperialista, mescolato con aspetti dell’Islam. Permise il controllo privato su piccole imprese,ma il governo controllava quelle più grandi, essenzialmente il settore petrolifero.
Ha cercato di fondere Libia, Egitto e Siria in una federazione. e poi  Libia e Tunisia ma sempre senza successo.

Nel 1977 ha cambiato il nome del paese in Jamahiriyah (Stato delle masse).
Ha usato la forza con brutalità. Nel 1970 fece impiccare gli studenti che marciavano, chiedendo libertà e democrazia, ha fatto uccidere i membri dell’opposizione anche all’estero Ha eseguito forse la strage più brutale, nel carcere di Abu Salim nel quale 1.200 presunti avversari, già detenuti, furono giustiziati in meno di tre ore.
Gheddafi è fortemente associato con il terrorismo, accusato di sostenere i gruppi armati di ogni tipo tra cui le FARC in Colombia e l’IRA in Irlanda del Nord.
Fu sospettato di aver organizzato  nel 1986 un attentato in una discoteca di Berlino in cui furono uccisi due soldati americani: per rappresaglia furono lanciati attacchi aerei americani su Tripoli e Bengasi, uccidendo 35 libici, tra cui, si disse,  una  figlia adottiva di Gheddafi.
Del 1988 fu accusato dell’attentato al volo Pan Am sopra Lockerbie, in Scozia,  Per molti anni, Gheddafi ha negato il coinvolgimento, con conseguente sanzioni delle Nazioni Unite e la Libia fu considerato uno stato fuori legge.  Gheddafi ha accettato formalmente la responsabilità per l’attacco nel 2003 e risarcito le famiglie di coloro che erano morti.
Cosi , Gheddafi ha rotto l’isolamento della Libia rinunciando pure al suo intero arsenale  di armi di distruzione di massa. Nel settembre 2004, George Bush, ha  posto fine ad un embargo commerciale degli Stati Uniti. La normalizzazione delle relazioni con le potenze occidentali ha permesso l’economia libica di  crescere e l’industria petrolifera, in particolare, ne ha beneficiato.
Nel settembre 2009, Gheddafi ha visitato gli Stati Uniti per la prima volta per la sua prima apparizione in occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Quindi venne in visita in Italia nell’agosto  2010: si ricorda fra le altre  stranezze l’invito di Gheddafi a centinaia di giovani donne a convertirsi all’Islam.

Infinite sono state le sue eccentricità: ne ricordiamo qualcuna.

Gheddafi dormiva in una tenda beduina che si portava anche nei suoi viaggi all’estero Aveva  la   ossessione da mantenere l’immagine giovanile e si  è sottoposto ad interventi di chirurgia estetica sul viso e per gli impianti di capelli.
Si è circondato di un team di belle infermiere ucraine – spesso indicate nei media occidentali come il suo harem. In un articolo di Newsweek aprile 2011, una delle infermiere di  24 anni, Oksana Balinskaya – ha negato che Gheddafi avesse un rapporto sessuale con una qualsiasi delle ragazze, che lo chiamavano “papika” (in russo: piccolo padre).
Aveva una  guardia del corpo  tutta femminile fin dal 1980. Mentre i giornalisti occidentali hanno fatto riferimento a loro come la sua “Guardia di amazzoni,” in Libia sono chiamate “Le monache rivoluzionarie” o “Le monache verdi”. I fatti che circondano la forza sono poco chiari  Tuttavia, è opinione diffusa che le donne sono altamente specializzata nell’uso delle armi da fuoco e arti marziali. Si dice anche che hanno  preso i voti per proteggere Gheddafi con la propria vita e rimanere vergini.
——–
Foto: Gheddafi fra due guardie del  corpo


1 commento

  1. Articolo sintetico ma dettagliato nel tratteggiare una delle personalità più discusse della recente storia mondiale.
    Grazie Dott. De Sio Cesari. Ongi suo articolo è sempre una fonte di notizie utilissime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*