In allestimento il GPS cinese

Print Friendly, PDF & Email

F201112280843583164619532

La Cina ha iniziato ad allestire un proprio sistema di posizionamento satellitare (GPS) salendo ancora di livello nella scala di tecnologia mondiale e sfidando, anche in questo campo, il monopolio dell’Occidente.

Il sistema viene chiamato Beidou,( Orsa Maggiore) ed è la versione cinese del Global Positioning System (GPS) costruito dagli Stati Uniti. Con 10 satelliti in orbita ha iniziato a fornire i dati di navigazione, posizionamento e sincronizzazione sulla la Cina e l’area circostante dall’Australia al  sud della Russia. Con altri 6 satelliti che saranno lanciati il prossimo anno, il sistema coprirà un’area più ampia e, infine, l’intero globo entro il 2020 con una costellazione di 35 satelliti
Durante il periodo di prova Beidou è in grado di offrire dati di posizionamento entro 25 metri, ma quando il sistema sarà completato,il prossimo anno, la precisione sarà potenziato fino a 10 metri
La Cina è il terzo paese dopo a Stati Uniti e Russia, che sviluppa un sistema di navigazione satellitare. Gli Stati Uniti hanno impiegato  20 anni e speso più di $ 20 miliardi di dollari per il GPS. Completato nel 1994, il sistema dispone di 24 satelliti di navigazione ed è ampiamente utilizzato in tutto il mondo.
Il sistema Glonass russo ha raggiunto una costellazione di 24 satelliti nel 1996, ma poi il progetto si era arenato per problemi di finanziamento: pare pero che sarà completato e prenderà servizio presto L’Agenzia spaziale europea sta costruendo il sistema di navigazione satellitare Galileo. Anche Giappone e India hanno intenzione di costruire sistemi indipendenti di navigazione
Possedere un sistema indipendente di navigazione satellitare è importante per lo sviluppo economico e la sicurezza nazionale,

Si può pensare che gli Stati Uniti potrebbero usare il loro GPS nelle  emergenze internazionali.
La Cina aveva  iniziato a ridurre la sua dipendenza dal GPS nel 2000, quando ha inviato una coppia sperimentale di satelliti di posizionamento in orbita. Ma Beidou è concepito  per il tutto mondo.
Le prospettive per l’industria satellitare del paese di navigazione sono  ottime. Gli analisti cinesi stimano che intorno al 2020 il volume  del settore raggiungerà 500 miliardi dollari a livello mondiale,

il numero di terminali di navigazione satellitare in Cina è cresciuto da meno di 100.000 nel 2000 a oltre 10 milioni nel 2009. Il numero dovrebbe raggiungere 340 milioni entro il 2015.
Terminali di applicazione Beidou sono già in funzione nei veicoli nella provincia di Guangdong.
———
Illustrazione dal  China Daily

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*