Nigeria: ma chi sono i Boko Haram?

Print Friendly, PDF & Email

201112264297870734_20

La Nigeria ha vissuto uno dei suoi peggiori periodi di violenze degli ultimi due anni. Chiese, moschee, banche e stazioni di polizia sono state attaccate come esplosioni multiple nella città di Damaturu, uccidendo almeno 69 persone, ma il numero, certamente molto più alto, non si conoscerà mai.

Il gruppo Boko Haram, che ha rivendicato la responsabilità degli attacchi ha avvertito che continueranno.

Ma chi sono i Boko Haram, cosa motiva la loro violenza? E perché hanno deciso di intensificare la loro violenza, adesso?

Boko Haram, significa “l’educazione occidentale è proibita” ma il, gruppo è conosciuto con diversi nomi, tra cui “al-Sunnah wal Jamma”, (seguaci degli insegnamenti di Maometto ): sostengono che l’istruzione occidentale corrompe idee e convinzioni dell’islam, che si sono sollevati per difendere la loro fed. e che la guerra “continuerà a lungo: più o meno le stesse idee professata da bin Laden al quale evidentemente si ispirano.

Il gruppo è stato fondato nel 2002 a Maiduguri, la capitale dello stato di Borno, presumibilmente da Mohammed Yusuf, un insegnante di religione. Nel 2004 si trasferì a Kanamma nello stato di Yobe, vicino al confine con il Niger, dove ha costituito una base chiamata “Afghanistan”, da cui ha attaccato gli avamposti della polizia nelle vicinanze. Mohammed Yusuf fu ucciso negli scontri tra Boko Haram e di polizia nigeriano nell’agosto del 2009. La polizia disse che era stato ucciso mentre cercava di fuggire ma il suo corpo fu trovato in strada, ancora ammanettato, vittima di un omicidio della polizia.

Le autorità nigeriane avrebbe dovuto agire prima soprattutto nell’ultimo anno per fermare la diffusione di Boko Haram che le autorità già conoscevano.

Si ritiene pure che causa delle violenze non siano tanto religiose quanto economiche per l’estrema povertà della gente malgrado i forti introiti petroliferi che finiscono tutti nelle tasche di una classe politica corrotta e inefficiente.

Boko Haram sta approfittando di una crisi politica generale della Nigeria che genera disordine e ribellioni.

Inoltre la caduta di Muammar Gheddafi ha sparso nel deserto una grande quantità di armi in parte finite nelle mani di Boko Haram

NOTA LINGUISTICA

Il termine “Haram” è conosciuto da noi nella grafia italiana di “Harem” per indicare il luogo dove sono custodite le donne: significa propriamente “ proibito” (quindi: luogo proibito ). Viene usato nel linguaggio religioso per indicare ciò che la fede proibisce: corrisponde quindi al nostro termine “ peccato”.

Boko invece è un termine locale nel linguaggio “hausa” per indicare l’educazione o più esattamente il modo di vivere degli occidentali (way of life).

Boko Haram quindi significa che è peccato vivere al modo degli occidentali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*