Monti leghista doc

Print Friendly, PDF & Email

Mario-Monti500Un leghista che commenta la decisione di Mario Monti di non candidare Roma per le olimpiadi del 2020 precisa: Mario Monti si è comportato da vero leghista DOC. Niente soldi a Roma. Dopo dieci anni di finti proclami con soldi a Catania, Palermo e il buco nero del ponte sullo stretto finalmente i Fatti. Niente soldi per il magna magna romano. Era ora Finalmente un varesino che ha a cuore il bene dell’Italia e non lo scranno a Roma.

La decisione di non candidare Roma per le olimpiadi del 2020 anche a me è piaciuta molto, e dimostra la capacità di Monti di leggere la difficile realtà in cui siamo, e per questo mi è altrettanto piaciuto il “NO” che ha detto ai ministeri al Nord. Quei ministeri burletta, per i quali la Lega ha fatto tanto chiasso e tante buffonate, vengono chiusi.

Bravo Monti, chiudere anche uno spreco del Nord, fa bene a tutto il paese.

Ma non poteva mancare il commento del Calderoli: «Il governo prende a schiaffi il Nord. Non c’era altro da aspettarsi da un presidente come Monti, nato in provincia di Varese, residente a Milano, che a domanda della stampa dichiara di abitare a Roma e a Bruxelles, rinnegando pubblicamente le proprie origini».

Insomma per il Calderoli uno che nasce al Nord se va ad abitare o dichiara di abitare da altre parti è un traditore del Nord.

In due giorni una sorta di pareggio tra il sindaco Alemanno e la Lega: prima hanno esultato i lumbard per la bocciatura olimpica, poi è stata la volta di Alemanno, che quelle sedi periferiche non le aveva mai mandate giù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*