A due passi dalla B

Print Friendly, PDF & Email

due_passiBenevento, Aquile del Tirreno Barcellona, Padua Ragusa e Viterbo: ecco le magnifiche quattro (in rigoroso ordine di piazzamento) che si giocheranno un posto nella serie B del prossimo anno.

Non c?è stata dunque nessuna sorpresa, nel turno di ritorno dei quarti di finali play off dell’area 4. Le squadre che avevano vinto all?andata, l?altro ieri hanno bissato il successo della domenica precedente.

E il 13 maggio, sui campi di Barcellona e Benevento, andranno in scena le semifinali.

L?incontro di Benevento vedrà di fronte i locali e il forte Viterbo. È questa, forse, la semifinale dalla quale potrebbe venir fuori la squadra che sarà direttamente promossa tra i cadetti. Ad affermarlo sono i numeri: i campani hanno stroncato uno squadrone che risponde al nome di Trepuzzi, rifilando ai pugliesi, tra andata e ritorno, ben 81 punti e 12 mete, mentre i laziali hanno vinto due volte di misura con il Paganica, ma gli abruzzesi, secondo gli esperti del settore, erano una delle squadre che potevano ambire alla promozione.

Difficile in questo caso fare pronostici. Forse, per il fatto di giocare in casa, un piccolo vantaggio lo ha il Benevento, ma siamo sicuri che il Viterbo farà sudare le proverbiali sette camicie prima di cedere il passo.

A Barcellona, invece, ci sarà un déja vu: Aquile del Tirreno e Padua Ragusasi si sono infatti già incontrati due volte durante la stagione regolare, con la vittoria che ha arriso sempre alla squadra che giocava in casa (21-13 a Barcellona e 34-12 a Ragusa, con un totale di 7 mete a 5 per gli iblei).

Anche per quest?incontro è difficile fare pronostici. Così come per l?altra partita, potremmo dare un leggero vantaggio ai messinesi anche perché, tradizionalmente, dal Fussazzo è difficile portare via punti. Ma i ragusani hanno vinto la regular season,e questo dà loro un po? di fiducia in più. Insomma, la classica partita da tripla!

Al termine degli ottanta minuti, le vincenti si affronteranno in finale, le due sconfitte giocheranno la finale per il terzo posto.

Vincere la finalina a quel punto diventa fondamentale perché sia la seconda che la terza classificata avranno ancora una chance: se battono, rispettivamente, la vincente della fase regionale dell?area 3 e la seconda classificata del girone Elite dell?area 3, la prossima stagione giocheranno tra i cadetti.

Per essere più chiari, la terza contenderà la promozione al Siena, la seconda alla vincente dell?incontro che giocheranno il Terni con la vincente tra San Benedetto del Tronto e Cecina. Sembra complicato, ma non lo è.

Le date, adesso: domenica 13 le semifinali, la settimana successiva, il 20, le due finali.

Il 27 maggio e il 3 giugno, invece, si disputerà la fase nazionale, questa volta con incontri di andata e ritorno.

Nel frattempo, il 13 maggio, a Imola, San Benedetto e Cecina si scontreranno per conquistare il diritto di contendere al Terni il titolo di vincente della fase regionale dell?area 3. Quest?ultima partita si giocherà il 20 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*