Celebrato il 15° anniversario del ritorno di Hong Kong

Print Friendly, PDF & Email

F201206291635441449538823

I Cinesi si apprestano a festeggiare con grande enfasi il 15 anniversario del  ritorno di Hong Kong alla madrepatria,  avvenimento a cui essi danno una importanza enorme.  Hong Kong fu strappata alla Cina durante le guerra dell’Oppio nel 1841 e poi ceduta formalmente all’Inghilterra  nel 1898 per 99 anni. Fu la prima delle concessioni strappate alla Cina con la forza nei cosi detti trattati ineguali . Fu quindi da sempre considerata un segno della umiliazione cinese di fronte ai barbari  venuti dal  mare. Nel 1997 Deng Xiaoping ottenne  la restituzione alla madre patria e questo successo viene considerato dai cinesi un merito fondamentale mentre  passa quasi inosservato all’estero. Fu anche stabilito che per 50 anni Hong Kong avrebbe conservato il suo sistema economico ( capitalista ) e una sua autonomia amministrativa. Praticamente non cambiò nulla o quasi ma l’importanza  era il principio  che segnava  il ritorno della Cina alla pienezza della sua sovranità e alla fine  della sua lunga umiliazione.

Il presidente cinese Hu Jintao è arrivato in aereo speciale  per   partecipare alle celebrazioni del ritorno di Hong Kong alla madrepatria ed assistere al  il giuramento del quarto governo di amministrazione  speciale di  Hong Kong
Al suo arrivo all’aeroporto  di Hong Kong, Hu ha detto che vuole vedere   gli ultimi sviluppi della città e il progresso per avere una migliore comprensione della vita dei cittadini e delle loro aspettative.
Hu ha detto pure che il governo centrale è disposto a lavorare con la gente di Hong Kong di tutti i ceti sociali per  elaborare le “preziose esperienze” della realizzazione di “un paese, due sistemi” della politica nel corso degli ultimi 15 anni.
Una serie di attività sarà allestita nei prossimi giorni per celebrare l’anniversario, tra cui un alzabandiera, performance artistiche, fuochi d’artificio e lanci di  paracadutisti  dell’Esercito Popolare di Liberazione tantoi per non dimenticare  che la Cina è anche una potenza militare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*