Novembre, baffi e palla ovale

Print Friendly, PDF & Email

Verrà presentata oggi, venerdì 23 novembre alle 11 nei locali del SEARCH – Sottopiano del Palazzo Civico di Via Roma a Cagliari, con ingresso nel Largo Carlo Felice 2, “MOVEMBER”, iniziativa mondiale che, nata per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla lotta contro il tumore alla prostata, sbarca per la prima volta nel capoluogo sardo grazie alla spinta organizzativa della Union Rugby di Cagliari.

Alla conferenza stampa di presentazione prenderanno parte l’Assessore allo Sport del Comune di Cagliari, Enrica Puggioni, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cagliari, Susanna Orrù, l’Assessore allo Sport del Comune di Monserrato, Marco Asunis e l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Monserrato, Pina Puddu. Interverranno il presidente del Comitato Regionale della Federazione Italiana Rugby, Gianni Atzori e il Presidente della Union Rugby Cagliari, Francesco Primavera.

La manifestazione, che avrà la peculiarità, come segno distintivo, di avere tutti i partecipanti con i baffi così come fecero nel 1999 i primi ideatori in Australia, si svolgerà domenica 25 novembre a partire dalle 10 presso il campo rugby di Terramaini e servirà non solo a far parlare di un tema che troppo spesso rischia di passare in secondo piano, ma anche per raccogliere fondi destinati alla ricerca. La giornata inizierà alle 10 con un triangolare di calcio al quale prenderanno parte le squadre della Union Rugby Cagliari, la Rappresentativa Sarda dei Giornalisti “Gigi Grivel” e una rappresentativa di Amministratori Locali. Al termine della sfida, ci sarà una dimostrazione di rugby con la formula touch e cioè senza placcaggi, ma giusto per far conoscere le principali regole e peculiarità del rugby. A seguire terzo tempo con tutti i partecipanti e chiunque volesse unirsi alla festa, seduti attorno alla tavola per consumare il pranzo.

Nel pomeriggio spazio ai più piccoli con giochi e intrattenimento perché sia una giornata di festa e aggregazione, con l’obbiettivo comune, attraverso lo sport, di dare un contributo alla lotta contro i tumori della prostata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*