E adesso i Briganti!

Print Friendly, PDF & Email

Fino a qualche tempo fa la partita con i Briganti di Librino da tutte le squadre era considerata “facile”. Negli anni, però, i ragazzi di Umberto Bonaccorsi sono cresciuti e adesso, per chiunque, la vittoria, giocando con loro, non è per niente scontata (domenica scorsa lo hanno compreso anche i giocatori del ClanAudax, che hanno dovuto sudare fino all’ultimo minuto per avere ragione delle magliette rosse).

Per questo, in casa Padua, si sta preparando con la massima cura la prossima trasferta di Catania. L’allenatore biancazzurro, Massimo Vinti: «Quella dei Briganti è una squadra rognosa e la partita di domenica non dev’essere presa sottogamba. Però, non prendetemi per presuntuoso, ho fiducia nei miei ragazzi e so che se giochiamo come sappiamo non dobbiamo temere nessuno».

In settimana, quindi, allenamenti specifici per avanti e trequarti, tanta cura nei dettagli e massima concentrazione per tutti. Insomma, tutti quegli ingredienti che, sapientemente miscelati dallo staff tecnico paduino, hanno portato il Padua Rugby Ragusa in testa alla classifica, facendola apparire, almeno per il momento, una spanna sopra le altre squadre. Non è infatti casuale che il Padua abbia la miglior difesa del campionato con soli 46 punti subiti (5 mete) e il secondo miglior attacco, dietro al Syrako, con 164 punti (23 mete). Così come non è un coincidenza che il miglior marcatore con 69 punti realizzati (Giuseppe Iacono) e il secondo metaman con 5 mete (Gabriele Calamaro) vestano la maglia biancazzurra.

Ma domenica, come giocheranno i ragusani? Ancora Vinti: «Non vorrei svelare i nostri segreti (ride, ndr)… loro hanno un gioco molto chiuso e, di conseguenza, il nostro sarà il più possibile aperto. D’altra parte lo sanno tutti che la nostra forza sta nel gioco dei trequarti. La nostra è una buona mischia ma la nostra linea arretrata è certamente di categoria superiore».

Gioco aperto e brioso, per il Padua, e dunque partita bella. Almeno si spera.

E tra i tanti aspetti di quest’incontro da mettere in evidenza ce n’è uno particolare: quello del coach biancazzurro che torna a Catania, la sua città, da avversario. «Domenica giocherò in casa mia, sul mio campo, ma sarò in trasferta. Sembra un paradosso, ma è così. Ed è la prima volta che mi succede».

Ad aprire la giornata rugbystica, alle ore 13:00, sarà comunque l’Under 16 ragusana che se la vedrà con i pari età dei Briganti, in un incontro che metterà di fronte seconda e quinta forza del campionato di categoria. La formazione di coach Gurrieri, reduce dall’ottima vittoria di domenica scorsa contro il Miraglia Agrigento (10-57 il finale), va a Catania con il solo obiettivo della vittoria, per restare nelle zone alte della classifica (è attualmente seconda, dietro ai battistrada dell’Amatori Catania), e confermare l’ottimo momento che sta attraversando.

Entrambi gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming sui siti www.ragusarugby.it e www.rugbyterzotempo.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*