La Provincia di Guizhou (Cina) si presenta all’Italia

Print Friendly, PDF & Email

Ieri, 3 dicembre 2012, nell’ambito dell’Artigiano in Fiera, a Milano,  la ricca provincia di Guizhou si è presentata per la primissima volta alla stampa, agli imprenditori ed alle autorità italiane. Presente un’importante delegazione cinese che ha illustrato le caratteristiche di una Provincia che unisce artigianato, storia, turismo e cultura, come Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Il benvenuto è stato dato dal Presidente dell’Artigiano in Fiera, Antonio Intiglietta,  dalla Provincia con l’Ass. Paolo Giovanni Del Nero – Assessore Industria, Piccole e Medie Imprese, Artigianato, Commercio, Formazione Professionale e Lavoro, e dal Comune di Milano con l’Ass. Franco d’Alfonso – Assessore al Commercio, Attività Produttive, Turismo e marketing Territoriale. Zhang Junping, Deputy Director General  of  Department of  Commerce ha parlato delle ricchezze del suo territorio, l’artigianato e le sue tradizioni. Importante è stato l’intervento di Cai Wen Console Economico e Commerciale, Consolato Generale della Cina e di Qin Chuan – Vice Presidente del Dipartimento Tv, Film e Radio della Provincia di Guizhou.

La Provincia di Guizhou: situata nella zona sud occidentale della Cina è una vera gemma incastonata nel cuore dell’Asia. Una terra di grandi tradizioni storiche e culturali, bellezze artistiche e paesaggistiche, con una nuova offerta turistica rivolta al mercato internazionale, interessata a promuovere l’arte e la cultura delle sue minoranze etniche, come un patrimonio unico ed eccezionale. La Provincia di Guizhou è ricca di paesaggi naturali: si ritiene che abbia le più belle montagne della Cina e le più grandi e spettacolari cascate dell’Asia, tanto che ben due suoi siti sono stati proclamati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. 5000 antichi villaggi, ancora autentici nelle forme architettoniche e nello stile di vita degli abitanti. Ben 49 etnie, di cui 18 autoctone e le altre provenienti da diverse zone dell’Asia, danno vita a questi villaggi, ognuno con la cultura e le tradizioni portate dal luogo di origine. Ogni etnia celebra i propri miti, le antiche leggende e le diverse religioni, che magicamente si incontrano a Qinglongdong, nello spettacolare complesso templare costruito a ridosso della montagna e luogo di culto di tre religioni: Confucianesimo, Taoismo e Buddismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*