Il Comune ci ripensa

Print Friendly, PDF & Email

Alla fine il buon senso ha vinto. Padua Rugby Ragusa e Sporting Nissa Rugby domenica giocheranno la partita che potrebbe essere decisiva per le sorti del campionato di serie C 2012/2013 al polisportivo comunale “Selvaggio-Aldo Campo”.

Con il campo Petrulli impraticabile a seguito delle forti piogge cadute fino a questa notte nel ragusano, la dirigenza del Padua, considerando l’importanza della posta in palio e sapendo che il Ragusa Calcio era impegnato in trasferta, aveva nei giorni scorsi avanzato richiesta ufficiale per disputare l’incontro con il XV nisseno al polisportivo di contrada Selvaggio ottenendo, però, ieri, un diniego da parte del Comune in quanto “farvi disputare una partita di rugby nelle attuali condizioni, spessore del prato ridotto e consistenza precaria, comprometterebbe in modo irreversibile quello che resta della parte superiore del terreno di gioco”.

Oggi, il cambio di rotta e la concessione “in via del tutto eccezionale” visto che “in caso di vittoria potrebbe proiettare il Padua alla disputa dei play off per l’eventuale promozione in serie B” del polisportivo.

Così, alla fine, l’incontro si disputerà su un campo degno di tale nome, il numeroso pubblico, per godersi lo spettacolo, potrà sedersi su delle comode poltroncine, al riparo da eventuali avversità meteorologiche e i giocatori non rischieranno la propria incolumità (cosa che domenicalmente fanno giocando al Petrulli. Insomma, tutto è bene ciò che finisce bene.

Ma era veramente necessario arrivare a oggi per autorizzare l’uso del Selvaggio-Aldo Campo?

In attesa che il campo di via della Costituzione sarà pronto per ospitare le partite di rugby (a proposito, quando?), onore al merito di quei dirigenti comunali che hanno avuto il coraggio di rivedere una decisione già presa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*