Fumare durante la gravidanza aumenta il rischio di asma anche nei nipoti

Print Friendly, PDF & Email

tabacco.gravidanzaFumare durante la gravidanza aumenta il rischio di asma anche nei nipoti, secondo un recente studio fatto dai ricercatori del Los Angeles Biomedical Research Institute at Harbor – UCLA (University of California Los Angeles) Medical Center (LA BioMed).

I ricercatori, per studiare gli effetti nocivi del fumo in gravidanza, hanno diviso in due gruppi delle ratte incinte. Al primo gruppo hanno iniettato una dose di nicotina ogni giorno, a partire dal sesto giorno di gravidanza, continuando fino a 21 giorni dopo il parto. I piccoli sono stati allattati al seno fino a che non sono stati svezzati, a tre settimane.

Al secondo gruppo di ratte incinte, i ricercatori hanno fatto un’iniezione placebo, seguendo gli animali per lo stesso periodo di tempo.

I medici hanno poi studiato la terza generazione di ratti, i nipoti delle ratte incinte, analizzando i loro polmoni.

E’ emerso che i ratti erano a rischio di asma, quando alle nonne erano state date dosi giornaliere di nicotina.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Physiology-Lung Cellular and Molecular Physiology conclude che il fumo può avere effetti collaterali a lungo termine.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*