Apre il Centro Antiviolenza

Print Friendly, PDF & Email

DSC_0476In esecuzione della deliberazione di giunta municipale n. 518 del 12 dicembre scorso (Realizzazione di un Centro Antiviolenza nel Comune di Ragusa. Atto d’ indirizzo), è stata firmata ieri la convenzione tra il Comune di Ragusa e l’associazione Nuova Vita  onlus di Ragusa, iscritta alla Rete Nazionale 1522 dei Centri Antiviolenza, per l’attuazione di interventi in favore di donne vittime di violenza.  A firmare l’atto il sindaco Federico Piccitto ed il legale rappresentante dell’associazione Letizia Licitra, presente l’assessore ai Servizi Sociali Flavio Brafa. Il Centro Antiviolenza sarà allocato nei locali comunali di via San Vito, 76, messi a disposizione dall’amministrazione comunale a titolo gratuito. I costi relativi all’arredamento ed alla gestione del centro saranno a carico del Comune. L’associazione Nuova Vita, tramite il Centro Antiviolenza, si impegna a garantire gratuitamente all’utenza diversi servizi di aiuto e sostegno: accoglienza  telefonica,  percorsi di accoglienza con colloqui su appuntamento, percorsi anti-stalking, consulenza legale e percorso legale, accompagnamenti, formazione e lavoro, consulenza psicologica, interventi sui minori e contrasto dei disagi causati dalla violenza subita, ospitalità protetta presso case rifugio o strutture residenziali finanziate con fondi nazionali o regionali. Per quest’ultimo aspetto il Comune di Ragusa, nel caso in cui le strutture disponibili non siano finanziate con fondi nazionali o regionali,  potrà farsi carico dei costi di ospitalità solo per le vittime di violenza residenti nel proprio territorio a condizione che, in sede di approvazione del bilancio comunale, venga stanziato un apposito fondo. Lo sportello metterà a disposizione specifiche figure professionali, vi saranno infatti destinati 2 assistenti sociali, 2 psicologi, due legali e un criminologo. Per rendere efficaci i servizi garantiti dal Centro Antiviolenza il Comune di Ragusa si impegna anche a facilitare tutte le attività, azioni e competenze già previste nel protocollo unico d’intesa tra la Prefettura, l’associazione Nuova Vita e le istituzioni pubbliche coinvolte, tra cui i comuni di Ragusa, Modica e Vittoria, firmato il 25 novembre scorso, per garantire adeguato sostegno e protezione alle donne e minori vittime di violenza e promuovere iniziative culturali e sociali di prevenzione, sensibilizzazione e denuncia.

Lo sportello rimarrà aperto il lunedì dalle 16 alle 19.30, il martedì dalle ore 9 alle 12.30 ed il pomeriggio dalle 16 alle 19.30, il mercoledì ed il giovedì dalle 9 alle 12.30. E’ a carico del Comune l’attivazione del numero telefonico da segnalare al 1522 necessario per l’apertura dello sportello che dovrà essere sempre attivo per le donne vittime di violenza. La durata della convenzione è stata fissata in tre anni rinnovabile non tacitamente, ma solo previo formale accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*