Il Pi Greco Day: una giornata all’insegna della matematica

Print Friendly, PDF & Email
Pi Greco Day
Il Pi Greco Day

Abbiamo avuto tutti a che fare almeno una volta con il Pi Greco, la famosa costante matematica, che ci permette di evitare alcuni calcoli ripetitivi, per trovare l’area di un cerchio e anche la lunghezza di una circonferenza. Infatti, il Pi Greco, il cui nome deriva dalla sedicesima lettera greca usata per rappresentarlo (π = 3,14), essendo il rapporto tra la lunghezza della circonferenza di un cerchio e il suo diametro, ci avvicina in fretta al risultato finale.

Il valore esatto del Pi Greco, come la storia ci insegna, è stato individuato da Archimede e può essere approssimato con 3,14. Per questo, non a caso, il 14 marzo (3/14, secondo la notazione anglosassone della data) è stato scelto come il giorno matematicamente ideale per celebrare il Pi Greco, che ha sempre affascinato i ricercatori e gli studiosi di matematica.

In Italia il Pi Greco Day viene festeggiato già da un po’ di anni, anche se ne sono passati ben 25 da quando Larry Show, fisico statunitense, diede vita a questa ricorrenza, a San Francisco, nel lontano 1988.
Nelle scuole nostrane, in particolare, i Professori si dilettano a mettere alla prova i propri studenti con giochi di abilità matematica e anche con attività creative e culinarie.
La Professoressa Giuseppina Di Croce, insegnante di matematica, ci ricorda il significato di questa festa che può essere “un buon pretesto per ragionare di matematica”, nonché un modo per avvicinare di più gli studenti alle scienze.
Nel suo liceo, il Liceo Domenico Berti di Torino, ci racconta, sarà festeggiato il Pi Greco Day con “una mostra di curiosità matematiche, giochi e conferenze spettacolo”. Inoltre, per la nuova Edizione, quella 2014, sarà previsto anche un riconoscimento per i più creativi:  gli studenti concorreranno per il Premio di “Miglior interprete dello spirito matematico della giornata”.
Nelle sue classi, lei stessa affronterà con i suoi studenti le curiosità numeriche sui numeri 0, 1, 2, 13 e 17; sui numeri palindromi; e in classe quinta gli infinitesimi.

Quindi… Buon Pi Greco Day a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*