Magari mi chiamerò Francesco Antonio,storia di un padre in attesa

Print Friendly, PDF & Email

IMG_1564Magari mi chiamerò Francesco Antonio, storia di un padre in attesa: questo il titolo di un libro che si legge in un soffio ma che nasce da una gestazione di ben nove mesi. E’ il racconto di un padre in attesa, l’autore Giuseppe Saponaro, letto dal punto di vista del piccolo che sta per venire al mondo, appunto Francesco Antonio.

Una visuale differente dal solito e molto originale anche perché l’occhio del piccolo Francesco Antonio è focalizzato sulle emozioni e sulle goliardie del papà, pugliese di nascita, residente in Toscana ma ancora legato a certe tradizioni, o fissazioni se volete, come per esempio la preferenza verso il figlio maschio, meglio ancora se ben dotato. A buon intenditor poche parole!

Tutto ciò e tanto altro scandirà i momenti classici della gestazione, tra ecografie e corredini. Francesco Antonio, dal calduccio del grembo materno, assiste tra lo stupito e il rassegnato agli episodi di rito della gravidanza e, avendo subito capito in che mani sarebbe finito, ha pensato bene di prendersela comoda ritardando la sua nascita ben oltre il tempo atteso.

Il libro, di veloce lettura, si offre con toni molto ironici ma consigliamo vivamente di avere un pacchetto di fazzolettini a portata di mano perché qualche lacrimuccia, anche più di qualche in realtà, potrebbe proprio scappare.

La lettura è resa molto piacevole anche dalle illustrazioni di Jessica Grillo che ha ben interpretato lo spirito della storia e del suo autore.

Magari mi chiamerò Francesco Antonio è stato presentato per la prima volta il 25 Aprile u.s. naturalmente a Bari in Puglia, patria di origine di Giuseppe Saponaro e di sua moglie Marilena, alla presenza di amici, parenti e curiosi. La presentazione è stata moderata da una simpatica e divertita Maria Passaro, amministratrice  dell’associazione culturale Teatro Osservatorio, con l’introduzione di Maurizio Ferrandino, presidente della federazione nazionale delle associazioni culturali (FEDAC) nell’ambito di un progetto che vorrebbe ridare alla cultura il posto che le spetta nella crescita e nella formazione degli abitanti della città di Bari.

Non possiamo assolutamente non citare colui che ha dato la voce a Francesco Antonio durante la presentazione, il bravissimo attore Maurizio Sarubbi, noto e apprezzato a Bari,  le cui capacità espressive e recitative si sono ben sposate con l’ironia del testo di Saponaro.

Ora però Giuseppe Saponaro, Francesco Antonio e la sua mamma sono ripartiti per la Toscana, patria adottiva in cui il libro sarà presentato, a Prato, il prossimo 15 maggio.

Magari mi chiamerò Francesco Antonio, storia di un padre in attesa è stato edito dalla giovane e brillante casa editrice FaLvision, che si sta davvero distinguendo come pioniera delle pubblicazioni in lingua Braille in Puglia.

 

Magari mi chiamerò Francesco Antonio, storia di un padre in attesa

Prezzo di copertina 8 euro.

Acquistabile in libreria, nei migliori book store e su www.falvisioneditore.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*