Il Rifugio di Nonno Emanuele nei pressi di Bari

Print Friendly, PDF & Email

10336663_735367386514267_250498915382420362_nOggi parliamo di un luogo, non molto lontano dal contesto cittadino della città di Bari, che ci porta in una dimensione un po’ ormai tristemente di altri tempi. Il Rifugio di Nonno Emanuele è quanto di più vicino ci può essere oggi ad una fattoria, anche se in realtà è molto di più. E’ un luogo in cui una simpatica signora si prende cura di animali salvati dalla macellazione, dall’abbandono e dal maltrattamento da parte degli uomini. Lilly Ficocelli ha realizzato il sogno di suo nonno Emanuele appunto e, avendo a disposizione un po’ di terra, ha iniziato a portare avanti questo progetto.

Il rifugio ormai ospita innumerevoli animali di specie diversa, soprattutto i classici da fattoria, ma anche gatti e qualche cane trovati e salvati dai proprietari della struttura.

C’è dunque la possibilità per tutti di visitare il rifugio, di adottare un animale da seguire durante il suo percorso di crescita, oppure se non si può più tenere un animale, tipo per es. un coniglietto, specie che ultimamente va per la maggiore nelle case ma che poi dopo un po’ diventa un problema, si può portare da Lilly e continuare ad andarlo a trovare, dargli da mangiare e vederlo vivere libero, in quello che dovrebbe essere il suo habitat naturale.

Gli ospiti del rifugio nel tempo sono diventati tanti e il progetto si è ingrandito con un’associazione che organizza veri e propri percorsi didattici per bambini.

Un’idea molto bella se pensiamo che oggi la maggior parte dei bambini non sa come sono fatti dal vivo una gallina o un asino, animali che ovviamente non sono compresi nei contesti cittadini a cui siamo abituati, oltre al fatto che tale attività permette alla struttura di automantenersi.944812_662182847166055_783770827_n

Affinchè l’associazione e il rifugio continuino a vivere e a ingrandirsi con i percorsi didattici e con altri spazi per ospitare al meglio gli animali ci sono naturalmente una serie di adempimenti burocratici da svolgere: costruire un bagnetto per bambini, un ufficio e molte altre cose.

Per fare tutto ciò Il Rifugio di Nonno Emanuele chiede un aiuto per portare a termine i lavori già iniziati da tempo.

Non importa la cifra che vorrete versare o se al posto dei soldi porterete 2 Kg di chiodi, 20 metri di recinzione o 20 assi di legno.

Ogni aiuto è bene accetto purchè concreto. Si può anche andare sul luogo e rendersi conto di cosa serve e mettersi d’accordo con Lilly per l’acquisto, oppure si può regalare un buono per un centro bricolage dove poter andare ad acquistare materiale.

A questo proposito domenica prossima il Rifugio di Nonno Emanuele, in collaborazione con Autismo BARI – Coop. sociale Per.la – Percorsi per l’autismo, organizza una Giornata di Beneficenza: percorsi ludico-didattici per bambini da 3 a 10 anni, con un occhio di riguardo per i bambini e persone diversamente abili.

In questa giornata ci si potrà avvicinare alla vita in fattoria riscoprendo il legame con gli animali e con la terra in modo divertente ed educativo.

Al termine della mattinata ci sarà un’attività di laboratorio dedicata ai bambini e chi vorrà potrà intrattenersi con pranzo a sacco!!

Per info su iscrizioni e costi:
ilrifugiodinonnoemanuele@email.it oppure telefonando a 3209004282 Giuseppe, 3287630002 Lilly

Pagina FB con le info su ciò che serve per terminare i lavori: https://www.facebook.com/pages/Il-Rifugio-di-Nonno-Emanuele/483259001725108?fref=ts

Pagina FB sull’evento di domenica prossima: https://www.facebook.com/events/322434534579563/

Pagina FB del rifugio: https://www.facebook.com/pages/Il-Rifugio-di-Nonno-Emanuele/483259001725108?fref=ts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*