Oltre le Camene: successo con Premiata Pasticceria Bellavista

Print Friendly, PDF & Email

pasticceria bellavista

La vita, è risaputo, è piena di imprevisti e di sorprese, più o meno gradite. Quando meno te lo aspetti, la routine quotidiana può, all’improvviso, mutare. E’ quanto succede ai protagonisti della commedia brillante di Vincenzo Salemme “Premiata pasticceria Bellavista” che la compagnia Oltre le Camene ha proposto nello scorso week end sul palcoscenico del teatro Ambasciatori di Catania, a conclusione del cartellone 2013/2014. Un colorato e ridanciano affresco del mondo di oggi, tra vizi e virtù dell’italica società, che con la regia curata da Marcello Marchese ha divertito il pubblico intervenuto. Ermanno Bellavista (Salvo La Rosa) gestisce una rinomata pasticceria insieme alla sorella Giuditta (Nelly Cardone) e con la “scomoda” ma eterea presenza della madre (a cui ha dato voce Dionisia Iaria), malata di diabete. I due fratelli sono alle prese con le loro tormentate storie d’amore: Romina (Flavia Angioni) chiede con sempre maggiore insistenza ad Ermanno di ufficializzare la loro segreta relazione mentre Aldo (Aldo Dinolfo) è più interessato al patrimonio di Giuditta che al suo aspetto fisico. Le tresche amorose divengono ancora più complesse a seguito dell’inaspettato ingresso sulla scena di tre strampalati barboni, Carmine (Nino Spitaleri), Memoria (Marcello Marchese) e Gelsomina (Laura Calcaterra), che con le loro bizzarre pretese sconvolgono letteralmente l’esistenza dei malcapitati e che suggeriscono un arguto stratagemma per fare fuori l’invadente presenza della “mammina” e coronare così i loro sogni di gloria. Sulla scena anche i giovanissimi Alessia Maita e Daniele Marchese. Un canovaccio piacevole, ricco di divertenti equivoci e in cui non mancano i colpi ad effetto e le situazioni grottesche, tipiche del repertorio targato Vincenzo Salemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*