Grazie Laura Salafia

Print Friendly, PDF & Email

221729986-8f50a2e2-4d54-4526-8ff1-430ded50e4a3

Molti la ricorderanno, altri ne avranno di sicuro sentito parlare, io ho avuto la fortuna di conoscerla grazie ad una mia cara amica che mi ha condotto da lei, quando ancora era in ospedale e combatteva perché la sua vita fosse migliore, giorno dopo giorno. Il suo nome è Laura mentre di cognome fa Salafia; sto parlando proprio di lei, una ragazza verso la quale il destino ha riservato prove molto difficili, verso la quale la vita apparentemente si è accanita contro. Accanitamente si, perché era una studentessa come tante altre, stava ultimando i suoi studi a Catania quando è stata colpita da un proiettile che era invece destinato a tutt’altra persona; il caso ha voluto che invece colpisse Laura Salafia che da quel terribile giorno lotta, una lotta accanita colma di coraggio e perseveranza perché la sua vita torni simile a quella di prima.

Laura è un esempio di coraggio verso la vita ostile, lei è un esempio di forza siciliana che non si arrende mai nonostante le difficoltà che si sono abbattute sulla sua salute in tutti questi anni, amica di molti, una creatura davvero speciale ed unica i cui occhi parlano da soli.

Quando ebbi la fortuna di conoscerla, non mi servirono troppe parole per comunicare con lei, stetti accanto al suo letto che non era un letto normale di un freddo ospedale catanese ma piuttosto un letto in una cameretta piena di colori, farfalle, dediche, foto e ricordi di vita che davano energia solo a sfiorarli con lo sguardo.

Io  mi fermai ad ammirarli e mi persi in quelle immagini di vita ed inoltre mi persi anche nei suoi profondi occhi che cercavano di dare un messaggio di speranza ed io lo colsi e lo porto ancor oggi con me, nella mia mente e nella mia anima come se fossero passati minuti da quell’incontro, invece sono passati degli anni.

Il messaggio di Laura è universale, non ho più avuto la possibilità di incontrarla ancora, ma nonostante questo il suo viso è sempre intorno a me e non solo a me; credo anzi ne sono convinta che il suo nome e la sua storia sia al cospetto di tutti coloro che combattono, di tutti coloro che stanno accanto a persone che vivono un dramma, una malattia ma che nonostante lo stato d’infermità, non si arrendono mai perché la vita è unica ed una e per tale ragione bisogna tentarle tutte per cercare di vivere al meglio nel bene e anche nel male che ci sfiora e ci tocca prima o dopo tutti.

Grande Laura e grandi tutti quelli che non si arrendono mai e cercano seppur nel dramma la luce del sole che splende e scalda.

 

Immagine tratta dal sito: www.immaginigoogle.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*