Gli Amici del Sipario presentano Quattefàcce a Bari

Print Friendly, PDF & Email

locandinaAnche quest’anno la compagnia teatrale Amici del Sipario ci propone il consueto appuntamento con la sua commedia in vernacolo barese: Quattefàcce, scritta e diretta da Emanuele Battista.

La prima andrà in scena domenica 25 gennaio 2014 alle ore 18.00 alla Casa di Pulcinella a Bari e poi a seguire nei week-end di febbraio e marzo si alterneranno i vari spettacoli fino alla conclusione stabilita per domenica 26 aprile 2014.

La commedia, in due atti, è stata la prima opera di Emanuele Battista, scritta nel 1998.

Al centro della storia, come sempre, la famiglia, nucleo primigenio di una società allargata in cui si alternano storie, disagi, difficoltà di quella che è la vita di tutti i giorni, dentro e fuori casa.

In particolare questa volta la protagonista è la famiglia Loporchio, baresi, piccoli pescatori, gente povera ma onesta che si trova a combattere con le tematiche caratteristiche di questa epoca: disoccupazione, difficoltà di comunicazione, scontro generazionale, assenza di assistenza per gli anziani malati, crisi di coppia.

Poi in un giorno qualunque, di quotidiana e difficile convivenza, quando la tensione tra marito e moglie è arrivata ormai al punto di rottura, un’improvvisa e inaspettata notizia sembra illuminare giornate bigie e ripetitive facendo presagire giorni felici e sereni.

Sembra infatti che i Loporchio abbiano finalmente svoltato: la salita è finita e ora tutto scorre in discesa verso acque tranquille di pace, benessere e amore. Sarà proprio vero?

“Nelle mie commedie – racconta Battista –  c’è sempre un colpo di scena che non è mai fantasioso ma che rimane nei canoni del verosimile. Alla fine cerco sempre di consegnare un messaggio, che non è moralismo ma la visione delle mie idee che affollano e si contrappongono nella mia mente e che sul palco camminano sulle gambe dei vari personaggi. Chi mi è vicino idealmente e chi mi è distante: sono loro lo specchio della vita che condivido o dissento. E come diceva il grande Eduardo De Filippo: A teatro la suprema verità è stata e sarà sempre la suprema finzione, e la suprema finzione sarà sempre suprema verità”.

Nelle commedie di Battista lo spettatore rivede sul palco se stesso, con le sue fissazioni,  le sue paure e i suoi limiti, sempre trattati con sottile ironia e sano divertimento.

Chi guarda uno spettacolo di Battista non può proprio fare a meno di ridere delle rocambolesche disavventure degli attori che poi non sono altro che le sue disavventure, quelle della vita quotidiana di ognuno di noi.

Una volta tanto però non tocca allo spettatore prendere decisioni e risolvere problemi, la sua vita è sul palco, si gode lo spettacolo e al massimo tira ad indovinare. Vediamo come va a finire!

Il cast dello spettacolo è composto da Angelo Dentamaro, Piero Genchi, Maria Barbone, Clara Parisi, Rino Nenna, Maria Rosaria Ranieri, Massimo Restelli, Concetta Rinaldi, Andrea Battista, e con la collaborazione dei tecnici audio-luci Lorenzo e Peppino Lorusso. La regia è di Emanuele Battista.

Gli appuntamenti sono così suddivisi:

Teatro Casa di Pulcinella, Arena della Vittoria n. 4/a Bari.

GENNAIO                  Domenica 25 ore 18,00

                                        Sabato 31 ore 20, 30 

 

FEBBRAIO                Sabato 7 – 14 – 28 ore 20,30

                                         Domenica 22 ore 18,00

 

MARZO                     Sabato 7 – 14 – 28 ore 20,30

                                       Domenica 22 ore 18,00

 

APRILE                      Domenica 12 e 26 ore 18,00 

 

Il costo del biglietto rimane sempre 10 euro.

Per incentivare e stimolare una conoscenza dell’arte del Teatro, la Compagnia Amici del Sipario offre lo spettacolo a soli 5 euro ai giovani da 0 a 15 anni, accompagnati dai genitori.

Per prenotazioni:

Telefonare al numero: 0805024444 / 3357826236

O inviare mail a :emanuelebattista@alice.it

 

Poeta e scrittore, Emanuele Battista ha pubblicato nel 2000 una raccolta di commedie scritte in dialetto barese, dal titolo “Quattefàcce”.Ha ottenuto per la poesia, numerosi riconoscimenti e premi:

  • Premio Città di Bari “G. Falcone” Catino-S. Spirito Bari; 1° premio 1996, 1998, 1999.
  • Premio “Poesia nel cassetto” Made in Italy; 1° premio 1997
  • Premio Caravella d’Argento Francesco Saverio Abbrescia, Piedigrotta Barese; 2° premio 1997, 3° premio 1999
  • Premio Internazionale Città di Bari “Il Papavero d’Oro”; 1° premio 1998, premio giuria 2004.
  • Premio Regionale “Il Sipario” di Casamassima; 2° premio 1998.
  • Premio Nazionale “Creatività Intinerante”; 2° premio 2003.
  • Premio Nazionale “Nicola Martucci” di Valenzano; 1° premio 2004.

 

Ha al suo attivo una ricca produzione teatrale portata in scena da numerose compagnie. Ha ottenuto importanti premi in concorsi specializzati:

  • Premio Nazionale “Città di Bitetto”;
  • 1° premio 2000, 2002, 2° premio 2001, 3° premio 2003
  • Premio “Nicola Martucci” di Valenzano; 2° premio 2003
  • Premio Nazionale Letterario “Osservatorio” ; premio speciale “M. Catinella”.

 

Da alcuni anni si interessa di teatro per i ragazzi con una significativa produzione, guidando i laboratori teatrali scolastici, con l’intento di diffondere, la cultura popolare barese nella sua più autentica espressione, senza trascurare i valori che contano in ogni tempo che, Emanuele Battista trasmette nei suoi lavori grazie ad una solida personalità artistica, alla sua forte umanità e alla generosa sensibilità sui grandi beni dell’essere e sulle emergenze sociali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*