Da rifiuti a risorse

Print Friendly, PDF & Email

Rifiuti3R come recupero e riutilizzo. Nell’era dell’abbondanza dei rifiuti diviene obbligatorio sensibilizzare prima e riciclare poi l’incredibile quantità di scarti di materiali che produciamo affinché l’ambiente in cui viviamo non diventi un enorme immondezzaio che rischia di sommergerci.

Produciamo, usiamo, scartiamo e dimentichiamo.

Questa routine deve radicalmente mutare, iniziando dalla fonte, la produzione. Nuovi prodotti e materiali, nuove abitudini di vita, nuove politiche di gestione dei rifiuti. L’attuale modello di sviluppo, radicato sul dispendio di materie prime, di energia e sulla produzione di un indicibile abbondanza di rifiuti, non può essere definito, sostenibile.

Stili di vita, ambiente e gestione degli scarti è un prospetto della nostra civiltà.

I rifiuti, se differenziati, opportunamente trattati, riciclati e reinventati possono rappresentare un’importante risorsa. Possono essere reinterpretati e rinascere a nuovo utilizzo. Modificandone lorigine in altra forma e destinazione di altrettanta creativa utilità. Un esempio?

copertoni1Le tonnellate di vecchi pneumatici delle nostre auto, motorini e dei camion, che tritati, separati i componenti, ridotti in granuli, o polvere finissima vengono rigenerati e reimpiegati in superfici sportive, guaine in gomma fonoassorbenti che servono per isolarci dai rumori tra un muro e un altro, asfalti drenanti, superfici sportive per campi di atletica e erba sintetica per campi da football.

La metamorfosi dei rifiuti è possibile grazie innanzitutto al contributo dei cittadini, delle associazioni, delle amministrazioni e degli enti locali, degli studi, iniziative e collaborazioni che investendo risorse dimostrano la volontà di contribuire a risolvere un problema ambientale.

adidas-sneakers-materiali-riciclati-ecosostenibile-rifiuti-oceano-1La gestione dei rifiuti in Italia è un business ancora poco sfruttato, ma colossi come l’Adidas, fiutando le nuove miniere d’oro dimostrano che le opportunità sono in costante evoluzione. E infatti, azzurra come il colore dell’oceano da cui proviene si presenta al mercato, la nuova sneakers del colosso tedesco di abbigliamento sportivo. L’innovativa scarpa “ambientale” per ora è un prototipo realizzato interamente con rifiuti oceanici, filati e filamenti riciclati da reti da pesca illegali, realizzata grazie alla collaborazione con Parley for the Oceans (organizzazione che mira a fermare l’inquinamento degli oceani), è stata creata emblematicamente per sensibilizzare al rispetto ambientale e contrastare la pesca illegale. Dimostra quanto sia possibile diminuire la quota di rifiuti conferiti in ambiente e aumentare il volume del suo reimpiego.

Vuotare i bidoni della spazzatura per far rinascere tutto ciò che viene eliminato può e deve essere un obiettivo al centro delle politiche ambientali.

collanacirciutiCosì si può restituire luce a mobili in disuso, asciugacapelli rotti e tubi delle docce possono diventare lampade originali, installazioni caserecce arricchite da frammenti di vita quotidiana e ancora, rame recuperato dalle bobine dei motori elettrici, chewing gum usati, filo da pesca e altri oggetti dalle identità perdute possono trasformarsi in “gioielli”. Tanti gli oggetti che possono convertirsi in belli, utili e soprattutto rivivere non diventando parte delle montagne di rifiuti che soffocano il nostro pianeta.

gestione-rifiuti-smaltimento-esteroSegnali importanti per le future generazioni e stimolo per le attuali che devono sin da ora impegnarsi in un atteggiamento positivo, sensibile e creativo verso le tematiche della salvaguardia dell’ecosistema terrestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*