Flusso incessante di migranti

Print Friendly, PDF & Email

centro4.400 i migranti salvati, nelle ultime ore, nel canale di Sicilia e altri si attendono a breve. Una cifra impressionante, la più alta registrata in questo anno e concentrata in pochissimi momenti.

Uomini, donne e bambini, imbarcati in Libia e soccorsi a poche miglia dalla partenza. Numerose le richieste di aiuto giunte alla Centrale operativa della Guardia Costiera e immediate le attività di recupero dei disperati a bordo di sedici gommoni e sette barconi fatiscenti. Arrestati in seguito gli scafisti, grazie alle testimonianze dei sopravvissuti.

Sono-4.400-i-migranti-salvati-al-largo-delle-coste-libiche-640x370Coerentemente insensibile il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, su Facebook dichiara: “Aiutateli, soccorreteli, curateli ma non fateli sbarcare”. Poco gli importa se le persone salvate raccontano i loro momenti terribili, se i loro sguardi infelici da tempo vedono solo atrocità, se chiusi nella stiva per respirare un poco di aria hanno dovuto pagare oltre la cifra pattuita in precedenza, se stanchi e disperati si aggrappano a quel filo sottile chiamato salvezza. Scappano da fame e guerra, vittime delle disuguaglianze causate dalla consumistica globalizzazione, scappano dai terroristi, dai soprusi e dalle umiliazioni e come gli ultimi della terra sono disposti a tutto. Attraversano il deserto e attraversano il mare pur di raggiungere l’oasi di un futuro diverso. Esseri umani disposti a pagare con la vita una speranza.

Uomini, donne, vecchi e bambini in fuga verso un’Europa che finge di non vederli. Verso un Salvini trincerato dietro ad un egoistico potere che diffonde a destra e a manca la sua visione propagandistica della questione. Impegnato a diramare un’allarmistica percezione di nera invasione e senza tenere in debito conto che solo 8% di migranti ha occupato il suolo patrio e che a causa della crisi economica, nemmeno loro, i derelitti, vogliono rimanere in Italia. Le mete sono ben altre, vogliono oltrepassare le frontiere per chiedere asilo altrove. Gli immigrati arrivati dal mare residenti in Italia sono pochissimi e tutti entrano con un permesso o per ricongiungimento familiare e molti hanno un lavoro. Pagano le tasse contribuendo alle entrate dello Stato italiano.

1435011681_11130101_365505470321537_5464299764068900412_nQuindi un sovraccarico umano in Italia è di fatto una menzogna. Pura propaganda politica per ottenere voti.

Altra faccenda raccapricciante invece le reazioni violente di Macedonia e Ungheria che anziché trovare urgenti soluzioni adattano bombe e gas o costruiscono muri con filo spinato per respingere il flusso migratorio. Una situazione che si trascina da tempo e che non vede impegnati gli uomini di potere per mettere la parola fine, dimostrando l’inadeguatezza o la mancanza di volontà dei governi europei di stilare un piano risolutivo.

I migranti sono articoli sui giornali, servizi televisivi,CNFgm38W8AAo2W1 argomenti per comizi politici, lucro per inadeguati centri di accoglienza, fonte di guadagno e di speculazioni ma, non hanno diritto a una sistemazione collettiva, non hanno diritto a decisioni responsabili che mettano fine a questa tragedia umana dalle dimensioni terrificanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*