Predappio museo dedicato a Mussolini

Print Friendly, PDF & Email

Predappio_tomba-670x274Nel paese forlivese che diede i natali al Duce la sua presenza è ancora fortissima. Qui, il sindaco del Pd, Giorgio Frassinetti gli vuole dedicare addirittura un museo. Un’esposizione permanente nella diroccata Casa del Fascio, un tempo magnifica, oggi in completo abbandono. Per anni emblema di un passato da scordare. Trasformarla in museo avrebbe un costo economico alto, circa cinque milioni.

xl43-casa-fascio-predappio-150916184129_medium.jpg.pagespeed.ic._J30lSmWJnMa cosa ne pensa Matteo Renzi? “Ha detto di si, vai avanti”, commenta orgoglioso colui che ritiene che i simboli del fascismo vadano difesi con grande rigore storiografico. Assicura che le presenze turistiche sono in continuo aumento perché l’interesse per la storia di Predappio nel corso degli anni non è mai diminuita (o perché i nostalgici del Duce ci sono ancora, aggiungiamo noi?). Ritiene giusto cercare di soddisfare una curiosità storica. Vuole ricostruire una narrazione almeno decorosa e decente ma soprattutto  documentata della città, privata da nostalgie e souvenir folcloristici. In realtà il business c’è. Se nella cripta che contiene la salma di Mussolini, sono in molti che la visitano, a scopo celebrativo o turistico, è logico che gli faccia seguito il Museo del Ventennio con tanto di gite scolastiche e visite guidate.

images777Le polemiche però incalzano, chi ha sofferto se lo ricorda senza bisogno di un museo, i simpatizzanti invece vogliono rendergli omaggio.

Predappio oltre alla casa natale del Duce, offre anche l’ufficio del sindaco in cui dormiva il piccolo Benito e l’intero paese, fondato nel 1925, è dimostrazione perfetta dell’architettura razionalista di quel Ventennio, con i suoi fascistissimi edifici, voluti dal Duce stesso in quella Predappio “nuova” che doveva celebrare il mito delle sue origini e che oggi vuole solo ricordare, non alimentare, ci auguriamo. Ancora oggi tutti gli edifici hanno le piastrelle originali in ceramica col numero civico, da cui è stato levato il fascio littorio… Cornice perfetta e luogo simbolo affinché sia un monito per i turisti e, soprattutto, per le giovani generazioni, torniamo ad augurarci.

images34Ma il fascismo è soggetto da museo? Il fascismo è cosa seria con tanto di filosofia reazionaria e violenta che non va riportato in auge. Va studiato come fenomeno storico ma non celebrato. L’incognita è che diventi il pellegrinaggio della memoria propagandistica. Forse il luogo delegato a preservare la reminiscenza storica e stimolarne l’analisi con tanto di libri e approfondimento è la scuola e non un museo aperto a tutti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*