Il contrappasso nigeriano

Print Friendly, PDF & Email

imagesVisto d’ingresso negato all’indesiderato Matteo Salvini, che voleva andare a risolvere il problema dell’immigrazione in loco. Ma in Nigeria c’è la guerra e il leghista promotore del “bisogna fermarli a casa loro” è stato bloccato e ha dovuto fare dietrofont.

Della serie, chi la fa l’aspetti, viene semplice. Tanto facile quanto la soluzioni diffusa al problema degli sbarchi e dell’esodo migratorio, da tempo immemore, a gran voce, dalla politica del Carroccio che, come sempre, ha la risposta in tasca per qualsiasi problema. Invece, smacco per la strategia leghista del basta chiedere ai ministri nigeriani di che cosa hanno bisogno per evitare che i cittadini di quello stato lascino il loro Paese…

Salvini che girava con la maglietta “stop all’invasione” e che ripete come un mantra che i migranti vanno aiutati a casa loro, è persona non gradita in casa africana. No, tu no. Resterà in Italia, perché né lui né l’intera delegazione di imprenditori e amministratori locali leghisti, ha ottenuto l’autorizzazione per l’ingresso nel Paese africano. I ministri nigeriani non sanno che farsene dei verdi proponimenti.

5555Stava operando da mesi a una missione di quattro giorni in Nigeria, per dimostrare supereroicamente che si possono “aiutare a casa loro” gli immigrati che vengono in Italia.

Voleva portare lavoro e sviluppo nel terzo mondo, ma non siamo a Natale, e forse, i nigeriani non sono accoglienti con un personaggio come Matteo Salvini e la sua acclamata xenofobia e alla fine qualcosa è andato storto.

Voleva ripetere il viaggio di un anno fa con Razzi o quello in Russia, ma in Africa pare sia proprio un’altra cosa. O forse semplicemente, la Nigeria preferisce aiutare Salvini a casa sua.

salvini-6752-675x275Riusciamo ad andare ovunque – ha detto – ma in Nigeria è più difficile“. Il leader del carroccio ha scoperto l’acqua calda. E una volta scottato dovrebbe far tesoro dell’esperienza maturata e finirla con la propaganda di quart’ordine ma, conoscendo il personaggio, starà già organizzando altre verdi supereroiche missioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*